Cerca

Attacco al Cav

Al Senato pronti a far fuori Berlusconi
Stefano: "E' ineleggibile in ogni caso"
ed è polemica sulla Severino-Monti

Al Senato pronti a far fuori Berlusconi
Stefano: "E' ineleggibile in ogni caso"
ed è polemica sulla Severino-Monti

Il futuro del Cav è appeso al nodo della sua ineleggibilità. Nel giorno in cui Silvio rilancia Forza Italia con i manifesti in tutta le città italiane, da sinistra arrivano picconate sulla sua "agibilità politica". Un fuoco incrociato da parte del presidente della Giunta per le immunità del Senato e da parte del giurista Stefano Ceccanti, il relatore della Monti-Severino. 

Il Cav non è candidabile - Ad aprire il "fuoco" è Dario Stefàno che afferma: "Silvio Berlusconi come Tarzan-Alzetta, comunque ineleggibile. Anche se cade il governo e il Senato non arriva a un voto sulla decadenza alle prossime elezioni si applicherà la legge Severino, è già successo per il consigliere comunale di Sel a Roma. Una sua eventuale elezione non sarà validata. Il voto dell'aula sulla decadenza entro ottobre, ce la faremo". Così a Radio Capital, Dario Stefano, presidente della Giunta per le elezioni del Senato: "No, non si arriverà a novembre, l'aula del Senato voterà sulla decadenza di Berlusconi entro ottobre, ce la faremo ha detto". Stefano chiarisce anche che il Cav è ineleggibile anche in caso di voto anticipato: "Berlusconi non si potrà candidare. La Giunta decide sulla decadenza dall'attuale mandato. In ogni caso la legge Severino introduce un argomento che sarà ineludibile e a me sembra impossibile che gli organi preposti alla validazione del risultato elettorale, in primis la Corte di Appello, possa validare l'elezione di uno incorre nelle prescrizioni della legge Severino. Alle ultime amministrative la legge è già stata applicata, vedi il caso di 'Tarzan', Andrea Alzetta, di Sel, dichiarato non proclamabile dopo l'elezione in consiglio comunale a Roma". Insomma a quanto pare a palazzo Madama si preparano a far fuori il Cav. 

Nodo Monti-Severino - E sulla Monti-Severino dice la sua il relatore Stefano Ceccanti che a Repubblica spiega: "Berlusconi non è piu' eleggibile. Nell'articolo 2 del decreto legislativo 235/2012, che attua la legge Severino, e' scritto che in caso di condanna oltre i due anni sei incandidabile per sei anni. Cio' vuol dire che non puoi stare in lista''. La legge rappresenta ''uno sbarramento rafforzato'', dice Ceccanti, perche' ''fin qui, se eri ineleggibile, in lista ci potevi anche andare, e poi era la Camera di appartenenza che, a proclamazione avvenuta, decideva a maggioranza se eri ineleggibile o no. Adesso non piu'''.

"E' candidabile" - Ma al piano anti-Cav risponde Francesco Nitto Palma, presidente della Commissione Giustizia al Senato: "La legge Severino prevede le categorie di incandidabilità che riguardano quei soggetti incorsi in una condanna e, nell'eventualità si verifichi nel corso del mandato parlamentare, la decadenza. Qualora l'aula non si dovesse pronunciare sulla decadenza in ragione dell'eventuale caduta del governo e dello scioglimento del parlamento, la Corte d'Appello potrebbe assumere il provvedimento indicato, fermo restando che comunque sarebbe percorribile un ricorso al Tar nel cui ambito si possono sollevare tutte le questioni giuridiche già sollevate in giunta". (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mariannadescalzi

    14 Agosto 2013 - 10:10

    non vorrei dire di me e voglio solo dirvi che giovane (se a 30 lo si è sempre...) e felice e appagata. nel Paese dove vivo, ripeto, un fenomeno da baraccone e un delinquente come il vostro pompetta idraulica sarebbe già da tempo in galera o fuggiasco in qualche paese delle banane. Per questo non sento alcuna nostalgia dell'Italia, almeno fino a che non cambierà il clima. Auguri signori, io faccio comunque il tifo per voi. (p.s. per i furti commessi non c'è bisogno che li elenchi io, faccia un giretto su internet...)

    Report

    Rispondi

  • gattotigrato

    13 Agosto 2013 - 15:03

    Magari fosse davvero Tarzan, te le suonerebbe nella capoccia,Stafano. Ma il presidente della >Giunta non dovrebbe esimersi dal fare dichiarazioni? A suo tempo deve solo votare e non influenzare la Giunta in anticipo. Esposito docet?

    Report

    Rispondi

  • Gancherro

    13 Agosto 2013 - 01:01

    Guarda che davanti allo specchio c'è la foto di Michelle hunziker! Imbrogliona! E quanto a ladri ti sei stancata di contare quelli della sinistra magna-magna, ladrona e cogliona?

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    13 Agosto 2013 - 00:12

    Ora faccia ancora un piccolo sforzo e si guardi dentro e se poi constata,indugiando,che si piace ancora molto, avrà scoperto il gusto dell'orrido. Venendo adesso al suo idolo dovrebbe elencarmi i furti commessi dal medesimo.Grazie

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog