Cerca

Contro tutto e tutti

Travaglio contro Napolitano: "Il partoriente ha scodellato un mostriciattolo che copre l'Italia di vergogna"

Napolitano lascia uno spiraglio al Cav, ma per Marcolino il presidente "non può pronunciarsi sulla politica"

Marco Travaglio

Travaglio, vicedirettore del "Fatto Quotidiano"

Attesa, ma scontata e anche un po' logora. La tirata di Marco Travaglio, vicedirettore de "Il fatto quotidiano", campeggia nell'editoriale della prima pagina di oggi, 14 agosto. Un'attesa, quella di ieri per la nota del presidente della Repubblica, che "manco per il principino George", scrive. Che ha dato alla luce  "un mostriciattolo che copre ancora una volta l'Italia di vergogna e ridicolo". Il manettaro Marco si scaglia contro Giorgio Napolitano, reo di aver lasciato uno spiraglio di apertura al Cav. Ma Napolitano non può pronunciarsi sul caso Berlusconi, sostiene Travaglio, perché questo dimostrerebbe che il Cavaliere  non è un cittadino uguale agli altri. E il Colle avrebbe anche tentato di modificare una legge di Stato (la Severino), trasformandosi, parole sue, in "un reparto di ostetricia geriatrica, con un viavai di giuristi di corte e politici da riporto travestiti da levatrici (...) curvi sull'anziano puerpero per agevolare il parto di salvacondotti, agibilità e altri papocchi impunitari ad personam".

"Mai - continua indagando agli albori della storia - durante l'Italia repubblicana e pure monarchica, un capo dello Stato era mai intervenuto su una condanna definitiva". Accusato di aver "pregato" il Cavaliere di restare fedele al governo, Napolitano dovrà vedersela con la rabbia di Travaglio. Che adduce poi due ragioni per le quali il Cav non potrebbe ricevere la grazia. E cioè che il sistema giudiziario non può essere scavalcato e " la grazia può essere motivata solo con eccezionali esigenze di natura umanitaria e non politica". Dimenticando che infatti l'ex premier Silvio Berlusconi non ha ancora mai domandato esplicitamente una qualche forma di clemenza, che in ogni caso prevederebbe ragioni di ordine morale non politico. Ma Travaglio non si ferma e continua criticando anche un'altra frase di Napolitano: quella in cui il presidente ha solamente fatto presente che Berlusconi non finirà in carcere. Cosa già stra-discussa e nota a tutti. "L'ultima parola spetta al Giudice, non al Quirinale". Ma va. Infine, chiude con una considerazione: il presidente Napolitano non ha fatto parola del reato di Berlusconi, nè dell'attacco ai giudici, nè degli altri 5 processi in cui è imputato. Ma come, re Giorgio non doveva mantenersi fuori da fatti che non lo riguardano?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    17 Agosto 2013 - 06:06

    Il nostro immarcescibile difensore del giustizialismo é solo uno scribacchino dal futuro dis-fatto... se Berlusconi esce dalla politica lui si ritrova disoccupato perché se per sopravvivere giornalisticamente attaccherà Grillo o la sinistra attiverà suo de profundis. Iui é come quei virus cretini che non capiscono che la fine di chi lo ospita sarà la sua stessa fine.

    Report

    Rispondi

  • Ganibar

    16 Agosto 2013 - 11:11

    Travaglio può stare tranquillo. Davvero pensa che Napolitano voglia concedere la grazia a un delinquente incallito, come Silvio Berlusconi? Lui deve essere cauto, ma al momento opportuno saprà dire di no. Non vi può essere altra risposta!

    Report

    Rispondi

  • doc71

    15 Agosto 2013 - 12:12

    Anche oggi il buon " Copia e Incolla da Wikipedia" si è "Fatto quotidianamente "! Da consumato pusher di se stesso ,,, Lui detiene l'onniscienza, interpreta la Costituzione come Benigni la Divina Commedia... commenta e contesta tutto ciò' che ruota intorno al Berlusca, con maniacale ossessione! Ed e' ovvio che sia così, finito il Berlusca strafinito "Copia e incolla" ....

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    14 Agosto 2013 - 20:08

    siamo dimenticati di Penati, Monte dei Paschi etc,etc, due pesi e due misure, evviva l`Italia!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog