Cerca

Larghe intese a Rimini

Letta minaccia i falchi Pdl e Pd:
"Hanno trasformato politica in odio
A ottobre nuova legge elettorale"

Il premier sul palco del Meeting di Cl: "Gli italiani puniranno chi antepone i propri interessi di parte al bene comune"

Letta minaccia i falchi Pdl e Pd:
"Hanno trasformato politica in odio
A ottobre nuova legge elettorale"

Chi si aspettava riferimenti diretti al caso-Berlusconi è rimasto deluso. Ma, parlando sul palco di Rimini nella giornata inaugurale del Meeting di Cl, il premier Enrico Letta è entrato nel vivo della situazione politica attuale, difendendo a spada tratta le larghe intese e andando all'attacco dei "falchi" del Pdl e del Pd, che ha definito "portatori di conflitto perchè privi di altri argomenti e programmi". Colpevoli "di aver trasformato la politica in pura contrapposizione, scontro con l'avversario" per non doversi misurare coi programmi e con gli impegni presi. Letta, che ha parlato dopo il video-messaggio di Giorgio Napolitano incentrato sull'Europa e sulla crisi economica, ha forse voluto lanciare un avvertimento a quanti nel Partito democratico si preparano allo "scontro finale" col voto di estromissione di Silvio Berlusconi dal Senato e a quanto nel Popolo della libertà minacciano di staccare la spina al suo governo se il Cavaliere sarà estromesso dal Parlamento: "Gli italiani puniranno chi antepone i propri interessi di parte al bene comune, che è l'uscita dalla crisi economica". Per poi spingersi a parlare dell'autunno e della sua intenzione di arrivare all'approvazione della nuova legge elettorale "entro ottobre", dando per contato che la "finestra elettorale" a cavallo tra ottobre e novembre si chiuderà senza colpo ferire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gicchio38

    21 Agosto 2013 - 08:08

    E' DA TEMPO CHE ABBIAMO CAPITO CHE TU ERI SOLO UN FANTOCCIO DI CARTAPESTA NELLE MANI COMUNISTE. ORA, FINALMENTE HAI AVUTO IL CORAGGIO DI CALARE LA MASCHERA E DI TIRARE FUORI TUTTO IL TUO MARCIUME DI COMUNISTA INCALLITO E PREPOTENTE. HAI VOGLIA DI GIOCARE? EBBENE CHE IL CAVALIERE SI RITIRI E PONGA LA SFIDUCIA AL TUO GOVERNO. POI ALLE PROSSIME ELEZIONI SI VEDRA' DI CHI E' LA COLPA. "CONIGLIO CON GLI ORECCHIONI" SENZA SPINA DORSALE. NON E' PER TE GOVERNARE L'ITALIA. SEI SOLO LA BRUTTA COPIA DI TUO ZIO. DA gichio38.

    Report

    Rispondi

  • encol

    19 Agosto 2013 - 14:02

    Ora non esagerare. L'intervento di ieri è condivisibile in buona parte ma non lanciare ANATEMI da Dominus in Terram. Secondo me il popolo è stufo dell'andazzo di avere una giustizia che giusta non è di vare una sanità paradiso del raccomandato e covo di corruzione, di esodati trattati come bestie, un welfare che non accontenta alcuna ma scontenta tutti, dei costi della CASTA semplicemente indignitosi, del furto istituzionale assunto a pratica comune. Ecco di cosa gli italiani sono arcistufi.

    Report

    Rispondi

  • towal77

    19 Agosto 2013 - 13:01

    Per poter finalmente governare l'Italia senza problemi questa sarà la nuova legge elettorale. Se voti per il PD/SEL i voti valgono doppio se voti x la Lega il tuo voto vale mezzo se voti per il PDL 1/4 , Movimento 5 stelle dipende . In quanto gli elettori di questi partiti essendo deboli di mente non possono condizionare con il loro voto il paese.La democrazia ha bisogno di un piccolo aiuto non può una maggioranza non gradita governare. Se no scendono in campo lo Spread l'U.E. e le grandi democrazie occidentali Cina Brasile Usa etc.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    19 Agosto 2013 - 11:11

    Ahooo..Vennete de anna' a fan***lo.Se cado come facciamo a rubare?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog