Cerca

Prima del voto in giunta per le elezioni

Il discorso di Berlusconi
Ecco cosa dirà in Senato

Il Cav sta lavorandoci da giorni nella sua villa di Arcore per riaffermare la sua innocenza. Nel mirino i giudici di Magistratura democratica

Il discorso di Berlusconi
Ecco cosa dirà in Senato

Un discorso all'aula del Senato, che in molti già ora paragonano, idealmente, a quello che Bettino Craxi fece alla Camera vent'anni orsono. Silvio Berlusconi ci sta lavorando da giorni, chiuso nella sua villa di Arcore, convinto che nulla o nessuno si muoverà prima del 9 settembre, quando la Giunta per le elezioni di Palazzo Madama discuterà della sua decadenza da parlamentare. Non lo può fare Letta, non lo vuole fare Epifani e, pare, neppure Napolitano. Così, il Cavaliere si giocherà anche quest'ultima carta. E, come racconta oggi Paolo Guzzanti su Il Giornale, la sua sarà una vera lezione di storia. Certo, la sua di storia. Che però, in parte, coincide con le vicende politiche italiane degli ultimi vent'anni. Traccerà la storia del suo processo, di come sia stato impedito di parlare a testimoni della difesa e spiegherà i perchè della sua innocenza e l'ingiustizia subita. Sosterrà l'assurdità di una condanna penale per un reato fiscale su una vicenda ancora aperta in sede di ricorso, per dire ai suoi ascoltatori e ai suoi elettori di essere stato vittima di una antica e ben oliata trappola giudiziaria per farlo fuori. Punterà il dito, il Cav, in modo particolare non contro la magistratura nel suo complesso, ma contro quella specifica parte di magistrati che fa capo a Magistratura democratica. Berlusconi confermerà anche di non voler chiedere la grazia, nè i servizi sociali, nè i domiciliari. Non chiederà nulla. Perchè lui sa di essere innocente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gaetanodefi50

    22 Agosto 2013 - 20:08

    TI SEI MAI CHIESTO IL PERCHE? FORSE(MA SENZA FORSE!) IL BERLUSKA TIENE LE PAL....!!!!! CIO' CHE NON AVETE VOIALTRI,GRANDE MANDRIA DI BUFALI CORNUTI CHE HANNO TROVATO L'ASINO (dopo VENTI ANNI) PER CHIAMARLO CORNUTO. BONA SERATA.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    22 Agosto 2013 - 18:06

    Persino in Austria é mal visto.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    22 Agosto 2013 - 18:06

    c'é GENTE CHE NON HA LAVORO, CHE VEDE I FIGLI SENZA IL MINIMO E PENSIAMO A STO' FOTTUTO

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    22 Agosto 2013 - 14:02

    E' ovvio che se non trovano un'intesa il governo Letta cade nell'istante in cui il PD vota per la decadenza da Senatore di Berlusconi. In tal caso il PD e Letta saranno responsabili della caduta del governo. Più chiaro di cosi si muore.Non si può d'altronde immaginare che persone intelligenti di fronte all'alternativa tra Berlusconi e il PdL un leader e un partito profondamento liberale e democratico e un PD, possano dare le loro preferenzze ad un partito come il PD che è l'erede spirituale del più demenziale, micidiale e criminale partito che sia mai esistito: il PCI il Partito Comunista Italiano. Preferire un partito che ha nel proprio Album di famiglia i più infami criminali della storia da Stalin, Lenin, Mao, Pol-Pot, O-Ci-Min,Castro, Togliatti, vuol veramente dire aver portato il cervello all'ammasso.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog