Cerca

La resa dei conti

Il governo balla sull'Imu,
Brunetta attacca il Pd:
"Va abolita per tutti"

Il capogruppo del Pdl non accetta la proposta del ministro Delrio che voleva l'esenzione per il 70 per cento dei contribuenti: "Non sono d'accordo, poteva stare zitto"

Renato Brunetta

Renato Brunetta

Sull'Imu il governo continua a tremare. E' ancora scontro totale tra Pd e Pdl. Renato Brunetta questa mattina, dai microfoni di Radio Anch'io ha attaccato il ministro Delrio che aveva proposto l'esenzione dell'imposta per il 70 per cento dei contribuenti. Brunetta non accetta la proposta: "Il ministro Delrio non è compotente della materia, non conosce la trattativa in corso e poteva non parlare. Sarebbe bene che i membri del governo Letta lasciassero ai ministri competenti la materia. Ha detto cose che non stanno nè in cielo nè in terra. L’Imu andrà cancellata sulla prima casa e sui terreni agricoli per tutti nel 2013. Poteva anche starsene zitto perchè sarà smentito nei prossimi giorni".

La proposta di Delrio - Delrio invece è convinto che la soluzione possa essere un imposta che sia comunque sostenuta da quel 30 per cento di italiani che "ha qualche soldo in più in tasca", ha affermato il ministro. "Sull’Imu il governo è impegnato a trovare una soluzione, una nuova imposta, la service tax e ritengo che possa essere esentato il 70% degli italiani". Sempre secondo Delrio tra le due forze della maggioranza ”c’è ancora differenza di impostazione tra chi vuole una copertura completa per togliere a tutti l’Imu sulla prima casa e chi vuole concentrarsi sul 70% degli italiani e far pagare al 30% dei cittadini che se lo possono permettere. Io sono per questa seconda opzione”.

Fassina fa il pompiere -
Ma a gettare acqua sul fuoco arriva Stefano Fassina. Il viceministro dell'Economia, che da tempo ormai fa da pontiere tra Pd e Pdl spiega ad Avvenire: "Prevarrà il senso di responsabilità e il governo andrà avanti. Troveremo un’intesa alta su Imu, Iva, cassa integrazione ed esodati. E insieme, Pd e Pdl, costruiranno le condizioni per contribuire a imprimere all’Europa un cambio di rotta. Abbiamo un’occasione irripetibile che è il semestre di presidenza italiana della Ue: saremo uniti nel dire che è ora di convinzione crescita e occupazione". (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gicchio38

    27 Agosto 2013 - 07:07

    SE E' VERO, COME E' VERO CHE LA PRIMA CASA E' UN BENE PRIMARIO ED INALIENABILE, DEVE ESSERE PER TUTTI, QUESTO RECITA LA COSTITUZIONE E I "PINGUINI COMUNISTI" QUANDO DICHIARANO CHE "LA LEGGE DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI (I FESSI) CI AGGIUNGO IO. SE UN CITTADINO ONESTO E' RIUSCITO AD ARRICCHIRE IL SUO PATRIMONIO FAMILIARE CREANDO ANCHE MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO, BUON PER LUI, E ONORE AL MERITO, MA NON PER QUESTO POI DEVE SUBIRE UNA DISPARITA' RISPETTO AL CITTADINO MENO RICCO MA CHE CON ENORMI SACRIFICI E' RIUSCITO A POSSEDERE QUATTRO MURI VITALI PER LA SUA FAMIGLIA. SULLE SECONDE CASE E SUL VERO SUPERFLUO SI PUO' CALCARE LA MANO. QUINDI QUESTI POVERACCI DEL PARTITO DEI DISPERATI (ORA PD) SE NE FACCIANO UNA RAGIONE ED E' INUTILE IL LORO ACCANIMENTO CONTRO LA PERSONA DEL PRESIDENTE BERLUSCONI UNICO PRESIDENTE ELETTO DAL POPOLO, MENTRE TUTTI GLI ALTRI PRESIDENTI DEI VARI CASINI SONO STATI TUTTI NOMINATI FRA DI LORO COMPRESO QUEL SEMI BALBUZIENTE DI ATTUALE SEGRETARIO DEL PARTITO PD.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    25 Agosto 2013 - 19:07

    e vuole fare pagare il gettito che deriva dall'IMU ai cassintegrati. Ce lo ricorderemo.

    Report

    Rispondi

  • tobi16

    24 Agosto 2013 - 11:11

    La mezza se...ga non vuole pagare L'IMU. Per questo la vuole levare a tutti

    Report

    Rispondi

  • tobi16

    24 Agosto 2013 - 11:11

    La mezza se...ga non vuole pagare L'IMU. Per questo la vuole levare a tutti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog