Cerca

Rassegna stapa

Il vertice di Arcore secondo Travaglio
Parolacce, offese, bunga bunga
e il sogno che si avvera: i carabinieri dietro la porta

Il vicedirettore del Fatto nel suo editoriale "riscrive" i dialoghi dell'incontro di ieri

Marco Travaglio

Il pianto di Travaglio: visto da Benny

Il vertice di Arcore secondo Marco Travaglio. Il vicedirettore de Il Fatto nel suo editoriale di oggi, domenica 25 agosto, dal titolo "Gran coniglio" dà sfogo a tutto il suo livore contro il Cavaliere e scrive dei dialoghi immaginari tra il Presidente e lo Stato maggiore del partito. Scrive un copione pieno di battute (alcune anche un po' scontante), riscrive il "suo vertice". Comincia a parlare Berlusconi: "Bene, vi ho convocati qui per discutere delle sorti del governo del Paese, cioè del mio culo". Seguono interventi di Quagliariello e di Angelino Alfano che dice: "Sire, ho un paio di idee ma ora su due piedi, a bruciapelo...Sarà l'emozione non me le ricordo più. Quanto tempo ho? E Berlusconi: "Ma figurati, tanto a gabbio sto per finire io. Dio mio in che mani sono, se penso che questo è il vicepremier, ministro dell'Interno e segretario del partito...Fortuna che almeno non lo pago io ma gli italiani...". Ecco poi l'intervento di Daniela Santanché: "Ho trovato. Tu vai in galera. Così imparano quei comunisti rottinculo e poi ci divertiamo. Mica male, eh...". La replica di Berlusconi: "Ma certo come no: e se mi scivola la saponetta nella doccia, chi si china a raccoglierla. Tu? Tutti bravi a fare i detenuti col culo, pardon con l'agibilità politica degli altri". 

I carabinieri E' tutto così l'editoriale di Travaglio. Insulti, parolacce, doppi sensi, offese. Non poteva dimenticare Francesca Pascale e il suo cagnolino, poi un riferimento al  bunga bunga  quando parla Franco Coppi il principe del foro, Berlusconi dice: "Scusi Coppi, lei sarà il principe del foro ma qui il foro me lo gioco io.."Travaglio ritira fuori l'idea di Brunetta dei tornelli davanti ai Tribunali e durante questo surreale vertice gli fa dire: "Potremmo estenderli alle carceri, rubare tutte le chiavi e il gioco è fatto". Intervengono Massimiliano Allegri al telefono: "Presidente, stasera il Milan vincerà per lei, e se l'arbitro non ci dà almeno due rigori per garantirci l'agibilità sportiva, mi farò sentire nelle sedi opportune. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin propone; "Potrei ottenere un certificato medico che ti dichiari inabile al carcere a ai domiciliari. Poi intervengono Gelmini, Bondi, Lupi, Pier Silvio, Marina. E alla fine eccoli, i carabinieri. Il primo dietro la finestra: "A regà che dte? Famo 'na retata e li ingabbiamo? Quanno ce ricapitano tutti insieme?" E l'altrpo carabiniere: "Zitto che ce tocca pure faje 'a scorta...". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    29 Agosto 2013 - 00:12

    Vederti dibattere come un capitone castrato è uno spasso.Eppoi chi sarebbe quello che insulta e non ha argomenti?Rileggiti,fanfarone,smerdarti è fin troppo facile.Di cosa ti dovresti scusare?Di essere un gran BUGIARDO.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    29 Agosto 2013 - 00:12

    Vederti dibattere come un capitone castrato è uno spasso.Eppoi chi sarebbe quello che insulta e non ha argomenti?Rileggiti,fanfarone,smerdarti è fin troppo facile.Di cosa ti dovresti scusare?Di essere un gran BUGIARDO.

    Report

    Rispondi

  • dontfeedtheboss

    28 Agosto 2013 - 13:01

    Tu volevi sostenere che io scorazzassi per vari blog e che ne frequentassi uno in particolare, e questo resta FALSO, in quanto un singolo post di oltre 3 anni fa non cambia il fatto che io quel blog non lo frequenti (per il significato del verbo "frequentare" consultare un dizionario a sua scelta). Ma supponiamo per un attimo solo che io frequenti o abbia frequentato tal blog di tal Taliani, ordunque, quale sarebbe il punto?

    Report

    Rispondi

  • insorgi

    28 Agosto 2013 - 13:01

    Fai solo compassione. Pensavo che avresti iniziato a essere più modesto. Una virtù che non sta in una testa di legno come la tua. Una testa vuota priva di organi vitali. Non utilizzabile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog