Cerca

Il Cav si sfrega le mani

Berlusconi: "Sull'abolizione dell'Imu Letta ha rispettato i patti"

Il leader del Pdl pronto a raccogliere i frutti elettorali: "Promesso. Realizzato. Abbiamo mantenuto gli impegni"

Berlusconi: "Sull'abolizione dell'Imu Letta ha rispettato i patti"

"Promesso. Realizzato". Così, in una nota, Silvio Berlusconi incassa la prima soddisfazione dopo settimane di amarezze e delusioni giudiziarie, politiche e personali. Sull'Imu sulla prima casa e sui terreni e fabbricati funzionali alle attività agricole "abbiamo mantenuto gli impegni", scrive il leader del Pdl commentando l'abolizione della tassa decretata dal Consiglio dei ministri. "E l’etica in politica è mantenere la parola data. In campagna elettorale - ricorda il Cavaliere - ci eravamo impegnati a eliminare l'Imu. Non era un impegno tra i tanti, ma un punto cardinale, pratico e simbolico, del programma con cui a febbraio abbiamo ottenuto molti milioni di voti e che per questo abbiamo voluto come scelta qualificante negli accordi che hanno portato alla formazione del governo di larghe intese". Governo che per ora può andare avanti.

"Letta ha rispettato i patti" - "In Italia l'80% delle famiglie sono proprietarie della casa in cui abitano e la casa è il pilastro su cui devono poter fondare la sicurezza del loro futuro. Preservarla è per noi un dovere morale", riprende Berlusconi. "Il Popolo della Libertà ha rispettato il patto con i suoi elettori e il presidente Letta - sottolinea - ha rispettato le intese con il Pdl. Gli effetti positivi vanno a beneficio di tutti i cittadini". "Si vedranno subito, a partire dal settore edile che è trainante per l'economia, e consentiranno al nostro Paese di agganciare la ripresa nell'ultimo trimestre dell'anno. I disastri dell'introduzione dell'Imu nel 2012 saranno solo un brutto ricordo. Con la vecchia tassa si era innescato un circolo vizioso, fatto di pessimismo, di riduzione del valore degli immobili, di minore ricchezza, di caduta del reddito, di crollo dei consumi, di disoccupazione nell’edilizia e nell’indotto. Con la riforma di oggi - dice ancora - invertiamo la rotta su un sentiero virtuoso di crescita: il valore degli immobili aumenta, il reddito aumenta, i consumi ripartono, si creano nuovi posti di lavoro, le aspettative sul futuro tornano ad essere positive".

"4 miliardi di tasse risparmiati" - "Il provvedimento approvato dal Consiglio dei ministri è chiaro: l'Imu sulla prima casa e sui terreni e fabbricati funzionali alle attività agricole non si paga più", sottolinea ancora il leader Pdl. "A partire da questa certezza le famiglie, con rinnovata fiducia, potranno finalmente programmare nuove spese e le imprese nuovi investimenti. La pressione fiscale si riduce di oltre 4 miliardi di euro. Soldi che rimangono e rimarranno nelle tasche degli italiani consentendoci - conclude - di guardare con più fiducia al futuro". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Renatino1900

    30 Agosto 2013 - 10:10

    tu, fessa berlusconiana, trinariciuta di destra, non hai capito che il governo è del PD e del PDL, infatti ci sono un sacco di ministri proprio del PDL. non hai capito che l'abolizione della IMU (pensata e voluta dal nano) è una balla e sarà un'immensa fregatura per la maggior parte dei cittadini! non ha capito quante tasse il nano assieme a treMonti hanno messo in tutti questi anni, infatti continui a pensare che il PD metta le tasse e il PDL le tolga. peccato che nel 2011 il solo PDL abbia fatto una manovra economica da 145 MILIARDI di EURO... ma dato che tu sei una fanatica...

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    29 Agosto 2013 - 21:09

    per i pilastri.... In Italia vi sono 120 milioni di vani per una popolazione della metà. Se si spinge l'investimento verso la casa, si tende il mondo del lavoro a non avere elasticità, cioé si rimane attaccati al territorio dove si ha casa e non si cerca altrove. La mobilità orizzontale, in Francia, é stata raggiunta con case di proprietà di ogni comune che calmierano il mercato e ai Funzionari pubblici, lo Stato dà la casa in affitto, facendolo lavorare dove occorre. La casa da' lavoro limitato: una volta costruita, l'investimento é finito e il capitale immobilizzato.

    Report

    Rispondi

  • sconosciuto

    29 Agosto 2013 - 20:08

    Mai come i paladini dell'onesta' che vogliono Stare a galla con gli impresentabili ,Poveretti

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    29 Agosto 2013 - 11:11

    quoto al 100%!!! Inutile gridare vittoria, quando si sa perfettamente che l'IMU si chiamerà solo con un altro nome agganciata a qualche altra gabella!!! fesso chi ci crede quando la coperta é stetta tirala a destra o a sinistra ma una chiappa rimane sempre fuori!! e centrare il buco é facilissimo!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog