Cerca

La rilevazione

Sondaggio Euromedia, Pdl al 29%, Pd al 25%, M5S al 19%

L'abolizione dell'Imu porta in vetta gli azzurri. Gli elettori dem non perdonano le larghe intese. Ma gli italiani dico "no" ai senatori a vita: "Napolitano ha sbagliato, c'è la crisi"

28
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

L'abolizone dell'Imu rafforza il Pdl e manda in con fusione il Pd. Secondo l'ultimo sondaggio Euromedia, il Pdl raggiunge la vetta del 29% mentre i democratici crollano al 25,5%. La bagarre sulla Service Tax e sulle coperture per l'Imu ha disorientato di più il centrosinistra, come racconta Alessandra Ghisleri su il Giornale: "Le riflessioni che abbiamo raccolto sono tipiche di persone incerte e questa incertezza è dovuta proprio alle soluzioni individuate dal governo per eliminare l'Imu". Ma il centrosinistra è in calo anche per il nodo larghe intese. L'elettorato del Pd fatica di più a comprendere la coabitazione a palazzo Chigi di dem e azzurri. Così comincia ad andare giù la fiducia degli elettori del Pd nell'avventura di Letta premier. In calo pure Grillo che passa dal 20 al 19%.

"No ai senatori a vita" -  Poi sempre socondo i dati Euromedia, gli italiani hanno detto "no, grazie" per la nomina dei senatori a vita. Gli italiani non hanno gradito il regalo di Giorgio Napolitano. Re Giorgio ha di fatto sfruttato il suo "Porcellum" personale per nominare quattro poltronisti per un eventuale ribaltone anti-Cav. L'operazione però ha suscitato non poche polemiche. I senatori, da Abbado a Piano, e dalla Cattaneo a Rubbia hanno un curriculum antiberlusconiano di lungo corso. In più la Cattaneo entra a palazzo Madama a soli 51 anni con un peso sulle casse dello Stato che durerà per almeno altri 40 anni, Abbado e Piano di fatto n Italia non hanno mai vissuto e sono stati contribuenti all'estero, in Svizzera il primo in Francia il secondo, e Rubbia è tra i "contestati" dal fisco. Insomma un profilo non proprio ideale per ambire alla poltrona eterna a palazzo Madama. Così, come racconta, gli italiani interpellati da Euromedia, non sono d'accordo con la scelta di Napolitano. La risposta più comune degli intervistati è: "Non doveva nominarli perchè per ora c'è la crisi". Anche a sinistra si spaccano. Il 40% dell'elettorato rosso non ha gradito le scelte del "compagno" Giorgio. Mentre sul fronte centrodestra si ricompatta dietro al "no" ai sentori a vita il fornte Pdl-Lega. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sotnaile38

    05 Settembre 2013 - 09:09

    ...PDL avanti nei sondaggi, ma sempre meno gente va a votare. Peccato, che la Ghisleri e Libero se ne dimenticano. Se i nauseati dalla politica e dall'antipolitica arrivano al 50%, altro che festeggiare, arrivano i forconi!

    Report

    Rispondi

  • lucaschiavoni

    04 Settembre 2013 - 19:07

    col porcellum e il 29% che ci fanno ? la lega non credo proprio che si allea di nuovo, con B condannato poi.. no. E comunque sono al 3% . Se si alleano prendono il 2 massimo, e siamo a 30-31. E che ci fanno? Con chi si alleano per un governo? Con i vulcaniani ? :D

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    04 Settembre 2013 - 19:07

    e fosse alche il 31% con chi si alleerebbe il pdl per governare?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media