Cerca

Lo scenario

Lega, ritorno al passato
Ipotesi Bossi alla segreteria

Il Senatùr potrebbe decidere di candidarsi, ma potrebbe arrivare anche una convergenza sul nome di Salvini

Umberto Bossi

Umberto Bossi

Il nome del successore di Roberto Maroni alla segreteria della Lega si saprà il 1 dicembre, giorno in cui si concluderà il coongresso federale del partito. Maroni ha fatto, tra gli altri, il nome di Flavio Tosi, Matteo Salvini e Giancarlo Giorgetti. Ma potrebbe arrivare anche una sopresa, potrebbe esserci una sorta di ritorno al passato con Umberto Bossi che torna al bertice del partito. A quanto pare il Senatur sarebbe pronto a candidarsi alla segreteria federali. Non c'è alcuna conferma ufficiale alla notizia ma fonti interne alla Lega danno come possibile lo scenario. Un'altra possibilità, che trova più conferme, è quella di una possibile convergenza sul nome di Salvini, un candidato che piace sia a Bossi che a Maroni. 

L'outing di Salvini - Il Senatur, spesso critico nei confronti del suo successore, ha minacciato più volte nei mesi scorsi di candidarsi alla segreteria. Ma, dopo aver reintegrato alcuni espulsi, negli ultimi comizi, è stato più morbido confronti di Maroni e ha più volte ribadito che il movimento non deve arrivare al congresso diviso.   Anche per questo, confida un alto dirigente, Bossi dovrebbe rimanere presidente (carica che gli è garantita a vita dallo statuto). Come tale, sarà lui a convocare il congresso, su proposta di Maroni, e le stesse fonti definiscono "probabile la possibilità che si arrivi a una convergenza tra i due su un candidato condiviso".   Bossi, che negli ultimi comizi è tornato ad attaccare Tosi, si spiega, "non è così ostile a Salvini che riconosce come un uomo-Lega" (nel passato lo ha definito "uno che lavora"). Per carattere e temperamento, poi, il numero uno della Lega lombarda viene considerato più adatto al ruolo di segretario rispetto a Giorgetti, uomo-macchina di partito, molto competente, ma storicamente schivo e poco propenso alle apparizione in tv.  Tra l'altro Giorgetti ha detto che non intende candidarsi alla segreteria. Ipotesi che escludono anche i due governatori, che avrebbero lo stesso problema del doppio incarico che ha spinto Maroni a lasciare la guida del partito con quasi due anni di anticipo.   "Io mi dedico al Piemonte, fare il governatore è un lavoro impegnativo, adesso poi si vedono i primi risultati della riforme che sto attuando", ha garantito Cota.  "Ho sempre detto che i cittadini veneti mi hanno eletto governatore a tempo pieno ed è giusto che mi abbiano fino alla fine del mandato" nel 2015, ha confermato Zaia, interpellato al telefono. "Non credo ai superman: fare tante robe si fanno anche danni. In Lega non c'è successione in linea di sangue", ha ribadito, "ci sarà il congresso e vedremo".  

Modalità di selezioni  - Altro problema è quello delle modalità di selezione dei delegati al voto. Trattandosi di un congresso straordinario, spiegano fonti qualificate, la linea sarebbe quella di evitare una nuova scelta di delegati, con la convocazione delle assise provinciali, prima, e nazionali poi; un percorso faticoso che durerebbe almeno due mesi. L’orientamento sarebbe, invece, di far votare i circa 600 delegati che hanno eletto Maroni il primo luglio del 2012. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    04 Settembre 2013 - 22:10

    pensa quanto sia endemica la corruzione nel PD, non pensare alla corruzione della Lega che in tutto si è parlato di qualche milione. Il PD tra il MPS la corruzione di un singolo solo al momento, Penati sono milioni e milioni all'insegna della corruzione rossa. Non se ne parla perché è proibito parlare dei corrotti del PD, altrimenti non se ne salverebbe nessuno.

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    04 Settembre 2013 - 20:08

    ***Sì, ci sono io di suprema intelligenza che ti sigillo come un grandissimo idiota che se la fa con gli ubriakoni della bettola "ber-sani" che con i pederasti cpome l'orekkinato del tavoliere. I tuoi condottieri kompagni di merende dei penati, monte dei paschi di siena, le coop ecc ecc che rubano i soldi ai beceri come te e non quelli della Lega che se li fottono in casa senza togliere nulla ai contribuenti.*

    Report

    Rispondi

  • KING KONG

    04 Settembre 2013 - 17:05

    ahahahah....non ci riesco, è troppo...ahahahah...il cadavere riesumato....a quando il trota ministro?

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    04 Settembre 2013 - 17:05

    la corruzione endemica della Lega è una invenzione del PD? e la banca Leghista fallita pure quella è un'invenzione del PD? e i soldi RUBATI dai figli intelligentissimi del diversamente normale pure? e il fatto che la LEGA abbia imposto un emerito sconosciuto, non laureato e delinquente come Belsito alla vice presidenza di Fincantieri, anche quella è un'invenzione del PD? ma c'è qualcuno mediamente intelligente fra le vostre file? incredibile!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog