Cerca

Decide la "Pitonessa"

Pdl, nella nuova sede un ufficio di 100 metri quadri per Berlusconi

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi visto da Benny

Il Pdl ha traslocato: via dell'Umiltà addio, gli azzurri si trasferiscono armi e bagagli nella nuova sede in piazza San Lorenzo in Lucina, nel quadrilatero della Roma storica (guarda le fotografie della nuova sede). Il Pdl ha cambiato casa in ossequio alla spending review, ma la nuova "dimora" è tutt'altro che un lugubre scantinato. A partire dal Salone degli specchi, il vano principale: 150 metri quadri zeppi di marmi, stucchi, affreschi, mobilio d'epoca e lampadari di cristallo. A dirigere le operazioni, a scegliere gli arredi e a destinare gli spazi ci pensa Daniela Santanchè, impegnatissima nel guidare il "restyling azzurro".

100 metri per Silvio - Ma la "pitonessa" a chi avrà riservato l'ufficio più grande? Risposta scontata: al capo, Silvio Berlusconi. Certo, il termine "ufficio" probabilmente non è il più corretto: il Cav avrà a sua disposizione 100 metri quadri, nobilitati da rifiniture di pregio, colonne in stile classico e un arredo che fonde antiquariato (un suo pallino) e design moderno. Il dubbio, semmai, è tutto relativo al momento in cui Berlusconi potrà frequentare l'ufficio: entro il 15 ottobre, dopo la condanna Mediaset, dovrà decidere tra gli arresti domiciliari e i servizi sociali. Due circostanze che, di fatto, lo terranno lontano dalla sede di San Lorenzo in Lucina e dalla sontuosa stanza a lui risarvata.

La classifica - Ma se la "guerra degli uffici" la vince - senza sorpresa alcuna - il Cavaliere, è interessante scorrere la graduatoria delle altre stanze: a chi quelle più grandi? Secondo quanto riportato da Il Giornale, il secondo ufficio in termini di metri quadri è quello di Angelino Alfano, il segretario che l'avrebbe spuntata (di poichissimo) sul terzetto Denis Verdini, Santanchè e Sandro Bondi (nella "dotazione" di quest'ultimo anche un grande terrazzo sulla piazza). Quindi, un po' a sorpresa, il portavoce Daniele Capezzone. Infine, a chiudere la classifica dei metri quadri, i dirigenti dei dipartimenti: Abrignani, la Calabria, Crimi, Gregorio Fontana, Palmieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jborroni

    05 Settembre 2013 - 15:03

    potevano farla a casa di Brunetta, cosi' non pagavano nemmeno l'IMU. Vergogna Brunetta, torna al circo dalla donna cannone, ti aspetta che da quando manchi tu non c'e' spettacolo!!!

    Report

    Rispondi

  • spalella

    05 Settembre 2013 - 15:03

    qualche disoenesto, tanto disonesto da non capire nemmeno il significato di questa parola e che era all'interno della sede stessa, l'ha definita una sede sobria ! Ed ho anche visto uno dei modi in cui vengono buttati i soldi del finanziamento ai bestiali partiti... in lusso per dei miserabili nati nelle stalle, e che maturano (truffando in politica) il piacere per le opere d'arte. E non che il Pd sia meglio, eh.

    Report

    Rispondi

  • maugauros

    05 Settembre 2013 - 14:02

    La tua incontrollata reazione costellata di gratùiti insulti, chiaro retaggio della "vostra" cultura ed educazione che vi contraddistingue da sempre, denota come, di sovente, e tu ne sei l’ esempio, venite a trovarvi in difficoltà ogni qualvolta siete chiamati a fare i conti con la vostra (falsa) millantata onestà. Se vuoi uscire dal buio in cui ti sei cacciato, segui il mio consiglio: accendi un cerino e cerca di individuare, al più presto, tra una contrazione e l’ altra, quel cerchio di luce che, certamente, è avanti a te. Una volta trovata l’ uscita, stitichezza permettendo, devi stare attento: il salto nel vuoto è pari all’ altezza di una gamba. Dammi ascolto: te lo dice quel “testicolo” (sono molto più educato di te, nelle mie espressioni) che da dietro ti minaccia seriamente! Auguri.

    Report

    Rispondi

  • Logmain

    05 Settembre 2013 - 12:12

    Altrimenti il palo per la lap dance stona.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog