Cerca

La crisi

Sicilia, Crocetta vacilla: scaricato dal Pd

I democratici si dicono "indignati" dal governatore. La "questione delle poltrone" rischia di deflagrare

Rosario Crocetta

Rosario Crocetta

"Siamo indignati col presidente Rosario Crocetta”. Il segretario siciliano del Partito democratico, Giuseppe Lupo, attacca il governatore e a vacillare è la giunta regionale. Il nodo è tutto nel rimpasto che sembra essere imminente, ma che per il presidente Crocetta è solo una “questione di poltrone” imposta dal Pd.  L’aver smascherato il gioco democratico potrebbe costar caro al presidente, che adesso è costretto a convivere con un Pd "indignato" dalle sue parole e piuttosto deluso da quello che sembrava essere il "suo" presidente. 

Megafono - Ma ai democratici non solo non sono piaciute le dichiarazioni di Crocetta: soprattutto vogliono che il presidente faccia un passo indietro sul "niet" a nominare come assessore chi è anche parlamentare regionale. Il governatore isolano però si barrica dietro il totem dell’incompatibilità. Adesso, in attesa della direzione regionale in programma per lunedì prossimo, il clima si fa sempre più teso e fonti interne al Pd siciliano sostengono che le fratture tra partito e governo siano ora difficilmente ricomponibili. Come se non bastasse, il Pd storce il naso davanti all’iperattività del movimento del governatore, il Megafono, che rischia di osurare l’attività politica dei democratici siciliani. Per salvare il governo siciliano ci vorrà almeno un passo indietro che, però, non arriverà entro la settimana prossima quando a Catania, tra il 19 e il 22 settembre, Crocetta festeggerà il suo movimento con il “MegaForum”. Sono attesi ministri, sindaci e industriali; chiunque è il benvenuto, purché faccia arrabbiare il Pd. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    10 Settembre 2013 - 13:01

    sono nord africani, e lo dimostrano. Crocetta mi sembra uno dei pochissimi con un pò di civiltà.

    Report

    Rispondi

  • encol

    10 Settembre 2013 - 13:01

    Una ton. di letame sulla testa dei Crocetta, De magistris, Pisapia, Marino ecc.ecc. guarda caso tutti SX.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    10 Settembre 2013 - 13:01

    Così finiscono i sogni di gloria della sx progressista.

    Report

    Rispondi

  • egenna

    10 Settembre 2013 - 03:03

    Il connubio stato-mafia,eccolo qua:la sicilia spende e lo stato paga.

    Report

    Rispondi

blog