Cerca

Anti-Cav in festa

Berlusconi, le reazioni: dal Pd a Grillo: il partito di chi vuole Silvio "morto"

Manichini impiccati, annunci d'esecuzione ("E' arrivata l'ora!"), commenti soddisfatti: da D'Alema ai 5 Stelle è gioia per il leader Pdl (quasi) decaduto

Berlusconi, le reazioni: dal Pd a Grillo: il partito di chi vuole Silvio "morto"

«Ascoltare e poi decidere senza che si perda un minuto di più e che si guadagni un minuto di più». Insomma, fate pure. Ma l’importante è arrivare al voto, anche a costo di farlo in fretta e furia, sostiene l’ex pontiere Luciano Violante, che dice addio a buoni propositi e sagge intenzioni. E così l’ex magistrato, esponente di primo piano del Pd, traccia in modo inequivocabile la linea della sinistra. Che assomiglia tanto ad  una danza tribale, ballata dalla base del partito, alla quale non interessano certo le regole del gioco, ma solo e soltanto il risultato dell’assalto finale. Quello che dovrebbe far cadere dalla torre Silvio Berlusconi con il voto della giunta del Senato.

Non a caso a tirare la riga che rappresenta la linea del Piave è il segretario del Pd, Guglielmo Epifani. «La nostra posizione è chiara. La cosa che non mi piace è che si scambino le cause con gli effetti», dice il leader del partito, «non c’è un giudizio politico contro Berlusconi. Se Berlusconi non fosse stato condannato in modo definitivo e se non ci fosse una legge che lui stesso ha votato e ha fatto votare, non saremmo arrivati a questo punto. C’è solo l’applicazione di un principio di legalità. Se il Pdl dovesse dare corso a queste minacce, avremmo la prova provata che si usa questo caso come un atto di grande irresponsabilità verso la condizione economica e sociale del Paese. Se qualcuno lo farà se ne assumerà tutta la responsabilità». E poi il colpo di karatè. «Il centrodestra sta invertendo la realtà. Loro vorrebbero dare a noi la responsabilità della votazione della giunta per le elezioni», dice Epifani, «e del futuro del governo». Se il gioco del gettare la colpa nel campo avverso è già iniziato significa che siamo un bel pezzo oltre la siepe della  crisi.

 

Leggi l'articolo integrale di Enrico Paoli
su Libero in edicola oggi, martedì 1o settembre

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Frenki

    11 Settembre 2013 - 11:11

    Questa è la dimostrazione della complicità di esponenti del PD con il pluricondannato. A parole fanno la voce grossa ma nei fatti non hanno le palle per agire con determinazione. Poi se avanza uno come Renzi che sembra avere gli attributi adatti lo osteggiano in tutti i modi. Infatti questa eterna insicurezza e cialtronaggine è percepita da molti elettori di centro sinistra che si rifuggiano nell'astensione oppure votano GRILLO. In situazioni di stallo, come i questa fase storica, dove un'intera nazione è tenuta in ostaggio da un delinquente accertato che con la forza del suo e di altri DENARO, ci vorrebbe effettivamente un'azione dirompente che elimini il cancro dalle istituzioni.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    11 Settembre 2013 - 02:02

    Dopo averci mangiato e bevuto, i comunisti tradirono Craxi, credendo di prendere tutti i voti dei socialisti e spadroneggiare indisturbati, ma non fu così ! Ora, ripeteranno la stessa identica carognata, sfruttando una magistratura vile e corrotta, pugnaleranno Berlusconi, credendo che gli elettori del Pdl, sbandati per la perdita del loro leader, voteranno per quello specchietto per le allodole il comunista Renzi, ma non sarà così ! Gli elettori del Pdl, faranno quadrato come i legionari romani e vinceranno alla grande, mentre loro termineranno la loro corsa...ed allora, chi sarà stato causa del suo male, dovrà piangere molto ma molto amaramente se stesso....! Dopo, saranno Epifani e compagni a dover rispettare leggi e sentenze per omissioni e crimini anche retroattivi....! Chi la fa l'aspetti.....!

    Report

    Rispondi

  • venaria

    10 Settembre 2013 - 15:03

    La sinistra il male dell'umanità andrebbero presi tutti quanti codesti esseri concepiti da quella massa di partigiani assassini dell'ultima guerra e portati in Siberia in quei campi di concentramento che i sovietici avevano allestito ai criminali assassini,codesti dovrebbero portarceli lasciarceli sino alla fine della miserabile vita che hanno fatto. i comunisti sono ancora più pericolosi dei musulmani.

    Report

    Rispondi

  • venaria

    10 Settembre 2013 - 15:03

    La sinistra il male dell'umanità andrebbero presi tutti quanti codesti esseri concepiti da quella massa di partigiani assassini dell'ultima guerra e portati in Siberia in quei campi di concentramento che i sovietici avevano allestito ai criminali assassini,codesti dovrebbero portarceli lasciarceli sino alla fine della miserabile vita che hanno fatto. i comunisti sono ancora più pericolosi dei musulmani.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog