Cerca

Scacchiere azzurro

Berlusconi pronto a sfidare Renzi:
"E' solo un battutista, poi stanca"

Ad Arcore una task force per monitorare il rottamatore. Silvio non ha paura del sindaco: "Lo stimavo, ma è solo uno ambizioso"

Berlusconi pronto a sfidare Renzi:
"E' solo un battutista, poi stanca"

Nonostante il caos all'assemblea del Pd, il candidato premier alle prossime elezioni per il centrosinistra resta Matteo Renzi. Il rottamatore ci spera, i suoi compagni di partito un pò meno. Così ad Arcore e in via dell'Umiltà, secondo quanto racconta il Corriere, le mosse elettorali del giovane sindaco di Firenze vengono "monitorate" in modo scientifico. Il Cav sa bene che l'uomo da battere alle urne srà proprio Renzi. Dopo un momentaneo feeling tra i due, adesso è scontro. "Lo volli incontrarare ad Arcore perchè mi aveva incuriosito e pensavo potesse essere una persona su cui investire. Scoprii invece che era solo ambizioso", questo il giudizio del Cav sul rottamatore.

"Un battutista che stanca"
- Ma "l'ambizioso" sarà comunque l'avversario nella corsa per palazzo Chigi. Così sotto la lente del leader di Forza Italia sono finite le apparizioni televisive del sindaco. In vista del voto, cominciano i calcoli: "Per ogni voto che Renzi cercherà di prendere al centrodestra ne perderà due a sinistra", fanno sapere dall'inner circle del Cav. Per Berlusconi, secondo alcune indiscrezioni, "Renzi è solo una battutista, alla lunga stanca". C'è un'altra cosa che fa ben sperare Berlusconi: Renzi si sta avvicinando in modo "scomposto" al congresso. E in effetti la bagarre esplosa all'assemblea del Pd per cambiare le regole allo statuto, confermano le speranze dei forzisti e del Cav. Insomma Berlusconi tiene d'occhio Renzi. Ad aiutarlo nel "monitoraggio" ci sono una serie di sondaggisti che devono studiare giorno per giorno la crescita o la decrescita del "fenomeno-Renzi".

Il logorio del Pd -
 Gli ultimi dati di un sondaggio Swg parlano di un calo della popolarità del rottamatore, sorpassato da Napolitano e Letta. Il Pd lo sta logorando. Come ha logorato gli altri leader del passato, da Bersani a Prodi, da Veltroni a D'Alema. E il Cav, (che secondo suoi fedelissimi non ha ancora abbandonato l'idea di una ricandidatura alla premirship), spera che il "battutista-Renzi" si sgonfi in fretta. E il Nazareno si sta dando un gran da fare perchè accada il prima possibile. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ely Bon

    27 Febbraio 2014 - 20:08

    Molti definiscono Renzi la fotocopia di Berlusconi. Io preferisco l'originale.

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    23 Settembre 2013 - 01:01

    Ma non diceva che era un "vero socialdemocratico", che per lui le "porte erano aperte"? ADESSO dice che "era solo ambizioso"...Il solito buffone...

    Report

    Rispondi

  • lucaschiavoni

    22 Settembre 2013 - 18:06

    mi sa che alla fine Adinolfi ex-pd ha ragione.. sarà uno scontro generazionale. Berlusconi ha il doppio degli anni di Renzi e appare ahime come un conservatore, tanto piu che usa il nome di 20 anni fa. renzi - ahime - è piu vecchio di lui da buon DC ma appare ggggiovane e lo voteranno, e non è buono a fare la O col bicchiere. basta vedere come è ridotta firenze dove fra l altro il sindaco NON lo vedono mai. lo vedono in tv...

    Report

    Rispondi

  • alvit

    22 Settembre 2013 - 17:05

    certo che sei veramente un "pirla" ops ho sbagliato, "pirlotto".

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog