Cerca

"Più spazio per noi"

Grillo occupa la Rai: "E' la causa di tutti i mali del Paese. Politica esca dai tg"

Il leader del Movimento 5 stelle improvvisa una manifestazione a viale Mazzini contro i "giornalisti zerbini". E il dg Gubitosi lo riceve

Grillo occupa la Rai: "E' la causa di tutti i mali del Paese. Politica esca dai tg"

L'informazione Rai è "politicizzata", fatta da "impiegati" che "depistano" l'opinione pubblica, guidata da "direttori che andremo a prendere sotto casa". Beppe Grillo, leader del Movimento 5 stelle, si è presentato stamani presso la sede della tv di Stato di viale Mazzini con Roberto Fico, deputato pentastellato e presidente della Commissione Rai, e un nutrito numero di sostenitori della sua formazione. Il motivo della manifestazione? "La Rai - dice il leader del M5s - è la maggiore responsabile della catastrofe politica, economica e sociale del Paese".

A Roma per dirne quattro - L'ex comico genovese è arrivato a Roma la sera di domenica 29 settembre. Ha dato avvisaglie delle proprie intenzioni quando, intercettatto da una troupe di Ballarò (talk di Rai 2 condotto da Giovanni Floris), ha attaccato duramente la Tv di Stato, prendendosela in particolar modo contro il direttore del Tg1 Mario Orfeo. Stamani, poi, ha lanciato su Twitter l'hashtag #occupyrai, dando appuntamento ai suoi sostenitori fuori i cancelli di viale Mazzini.

Obiettivo Rai - Grillo è stato chiaro: è l'informazione dipendente dalla Tv pubblica la sua prima preoccupazione, non quella privata. Arrivato in viale Mazzini, il leader del M5s ha improvvisato un comizio: "Il nano con le sue merdose Tv non mi interessa - ha detto con riferimento a Silvio Berlusconi e al gruppo Mediaset -. Mi interessa la Tv pubblica. E con Fico presidente abbiamo una grande occasione". Il punto centrale, per Grillo, è la qualità dell'informazione: "Noi come cittadini paghiamo con il canone e la Rai ha 11mila dipendenti, 1300 giornalisti e perde 250 mln l'anno - accusa -. Questi non sono giornalisti, sono impiegati. Come gli autori, che sono tutti politicizzati". Altrettanto importante agli occhi del leader del M5s el'equea rappresentazione delle forze politiche in campo: "Fini e Casini non esistono più politicamente - tuona -, ma hanno i loro referenti alla Rai. Questi giornalisti - è l'affondo finale - non fanno il loro mestiere, fanno gli zerbini, i camerieri o i lobbisti. Ecco perchè Casini, il cui partito è scomparso, continua a pontificare in tv. Parlo come cittadino - continua - ma anche come esponente di un movimento che ha preso 9 milioni di voti e quindi abbiamo diritto a un riconoscimento da parte dell'informazione".

L'incontro al 7° piano - Il sit in ha fruttato a Grillo un incontro al settimo piano di viale Mazzini con Luigi Gubitosi, direttore generale Rai. Con lui è stato ricevuto Roberto Fico, mentre sono rimasti fuori i cancelli i deputati e senatori pentastellati presenti. Alcuni dipendenti della Tv pubblica hanno fischiato il leader pentastellato e il presidente della Commissione Rai all'ingresso in sede. "Basta con i direttori di giornale messi lì dai partiti - ha ribadito Grillo prima di incontrarsi con Gubitosi -. La politica deve uscire dalla Rai. Non è possibile affrontare le elezioni con depistaggi totali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    30 Settembre 2013 - 17:05

    Se qualcuno avesse ancora dubbi sui danni che 20 anni di guerra ideologica hanno prodotto in questo paese....Ci pensa Grillo a dissipare tutti i dubbi.

    Report

    Rispondi

  • luna79

    30 Settembre 2013 - 17:05

    questa volta devo dargli ragione la rai è palesemente ruffiana al pd non si possono sopportare più personaggi come floris,annunziata,fazio!

    Report

    Rispondi

  • fossog

    30 Settembre 2013 - 15:03

    un popolo ignorante con punte che svettano verso il basso, verso la più bassa incapacità di capire e quindi di difendersi. I 5 stelle non sono certo perfetti, ma sono il nuovo, sono il potere che nasce dalla SINTESI del sentire della gente. Una sintesi di pensiero che anche in un popolo ancora ignorante come quello italiano è SEMPRE MEGLIO DELLE SCELTE TRUFFALDINE ED INCAPACI DI POCHI MISERABILI POLITICI CHE GESTISCONO IL POTERE per sè stessi. Purtroppo QUESTO ANCORA NON E' COMPRESO da tutti ma da pochi..... ma cambierà.

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    30 Settembre 2013 - 15:03

    questo personaggio per voi zerbini è il miglior alleato

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog