Cerca

Alla faccia dei buonisti

Vittorio Feltri, la verità brutale sui volontari delle Ong: salvano migranti per diventare ricchi

6
Vittorio Feltri: "Politica disgustosa, non voterà più nessuno"

Lo sapevamo già, ma adesso è ufficiale: i finti buonisti delle organizzazioni non governative (ci mancherebbe solo che fossero governative) corrono a salvare i migranti in mare per arricchirsi. Infatti sono d' accordo con gli scafisti i quali porgono loro su un piatto d' argento migliaia di disperati, che poi vengono smerciati nel Belpaese a buon prezzo e consentono alla filiera dei malandrini sfruttatori di guadagnare somme rilevanti. D' altronde anche la bontà e la generosità non sono gratis.
Le navi addette alla pesca dei fuggiaschi non si muovono per spirito di carità bensì in base a calcoli di convenienza. Gli africani non scappano da nessuna guerra, figuriamoci. Sono incoraggiati a venire qui da una martellante pubblicità. Le televisioni del Continente nero predicano ogni dì: andate in Italia, sarete accolti a braccia aperte, nutriti e coccolati, poco lavoro e tanti soldi. In effetti cantano: «non pago affitto, non faccio opraio, scopiamo fighe bianche».
Evviva. Essi, ingenui per posa, partono investendo denaro per essere trasportati e quando giungono sulla penisola sono presi in consegna dalle cooperative, molte cattoliche, che incassano dallo Stato 35 euro per ogni individuo ospitato.
Fate il conto. Dato che gli stranieri sono milioni ormai, ballano cifre spaventose. Se si calcola che solo 3 euro e mezzo sono destinati quotidianamente agli sfigati, e che il rimanente finisce in tasca ai citati buonisti, i quali forniscono baracche e una mensa che distribuisce pasta scotta, si tratta di un business pazzesco a cui gli affaristi travestiti da angeli non vogliono rinunciare. Non c' è nulla quanto le palanche che intenerisca i cuori dei bastardi che agiscono in nome di nobili sentimenti e per scopi terra terra. Questa, al di là di ogni ipocrisia usata per intenerire papa Bergoglio, è la cruda realtà. Dei profughi non interessa un cavolo a nessuno se non quale occasione ghiotta onde accumulare quattrini con irrisoria facilità.
Il nostro governo di sinistra, non potendo scontentare i farabutti che si spacciano per anime candide, chiude entrambi gli occhi e asseconda le loro pretese di passare per samaritani pietosi. Il risultato è evidente. Il Paese è continuamente invaso da orde di ragazzoni provenienti dalla savana e il povero Minniti, ministro dell' Interno, si sbatte in solitudine per risolvere un problema che non è nemmeno un problema, bensì una tragedia.
Sorvoliamo sulle vicende libiche che ci fanno venire l' orchite. Abbiamo contribuito a far secco Gheddafi in omaggio alle (gelide) primavere arabe, e ora ce ne pentiamo perché, eliminato il rais, le cose sono peggiorate. L' Italia è diventata una discarica africana gestita da gente incapace di prendere l' unica decisione seria, cioè simile a quella adottata da altre nazioni europee: chiudere le frontiere, mandando al diavolo i pescatori di neri e dicendo apertis verbis che dal primo di ottobre eviteremo di salvare alcuno per mancanza di mezzi e di spazio dove accoglierlo.
Avanti di questo passo saremo una dépendance dell' Africa. Fessi noi che stiamo al perfido gioco dei negrieri da superattico.

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cucu1936

    10 Agosto 2017 - 07:07

    Accogliere è facile, ma integrare impossibile: da 150 anni si tenta con il sud ... Velleità assurde, controproducenti

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    09 Agosto 2017 - 21:09

    se pensate che in Italia ci sia uno capace di chiudere le frontiere allora avete sbagliato tutto.

    Report

    Rispondi

    • cucu1936

      10 Agosto 2017 - 07:07

      Basterebbe che smettessero di dare automaticamente i 1000 euro a chi viene: smettiamo di regalare il Bengodi a chi arriva. Basta con il fatalismo alla Alfano che ci ha portati qui, dove resteremo per i prossimo 50 anni

      Report

      Rispondi

  • marco53

    09 Agosto 2017 - 14:02

    Feltri, sono sempre d'accordo con te, ma che posso fare d'altro? Suggeriscilo all'esercito di italiani veri che vogliono porre fine a questo sfascio. No sappiamo cosa fare, deve saltar fuori una guida, che come nel 22 salvi questo disgraziato Paese dalla rovina comunista. La speranza è l'ultima a morire, ma qui veramente siamo alla fine di tutto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media