Cerca

Il sondaggio

Il Pdl si spacca, tu con chi stai? di' la tua a Libero

Il Pdl si è spaccato sulla fiducia al governo Letta. Alla fine di due giorni di confusione, Silvio Berlusconi ha accordato la fiducia all'esecutivo. Ma le ferite tra gli azzurri sono profonde, difficili da rimarginare. Lo scontro, ora, è tra il Cavaliere e di Angelino Alfano. Voi da che parte state? Di chi voleva la fiducia o di chi voleva lo strappo? Di chi vuole Alfano come leader oppure Berlusconi (o Marina?). Dite la vostra scrivendo al seguente indirizzo e-mail: futurodelpdl@liberoquotidiano.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • doris

    07 Ottobre 2013 - 16:04

    Alle prossime elezioni non ci sara',purtroppo hanno dato tutti il peggio e si sono salvati la poltrona :mi vergogno x loro.

    Report

    Rispondi

  • acstar

    07 Ottobre 2013 - 13:01

    Ok, tanto per cambiare io sto con i casinisti.....anche se per essere "falchi" ci vogliono gli attributi che anche questi "mangia pane a ufo" non hanno di certo ! magari la Santanché ......avrebbe qualcos'altro, ma solo per.....pensionati....!

    Report

    Rispondi

  • acstar

    07 Ottobre 2013 - 13:01

    Aiutooooooo.....torna la DC ! Ma con questi coglioni dove andremo? Certo che, dati i risultati della "banda tassotti" fino ad ora promulgata, peggio di così non si potrebbe andare! Non sono concorde con i casini combinati da Berlusconi, ma almeno un po' di freno a questi comunisti lo aveva messo ! E quel bischero di Alfano , assieme alla famiglia Dc......di male in peggio ! Non hanno le palle, ma solo quelle poche che servono per tradire !

    Report

    Rispondi

  • ajina

    07 Ottobre 2013 - 13:01

    Sono dolente nel riscontrare che ancora una volta la nostra classe politica é composta da TRADITORI ed APPROFITTATORI. Le grandi capacità politiche ed imprenditoriali di Berlusconi hanno spaventato i menzogneri avversari di sinistra che pensavano di godere del potere assoluto ed ugualmente hanno infastidito i nostri “partner europei” che grazie alla Democrazia Cristiana hanno controllato e dominato l’Italia per oltre 50 anni. L’attacco alla vita privata di Berlusconi e l’accanimento dimostrato nei confronti suoi e delle sue aziende prevarica il rispetto della legge o quantomeno l’uguaglianza nell’applicazione delle norme e dei codici, viene spiegato solo dalla stupidità, gelosia e dall’invidia per quest’uomo che ha creduto veramente nel cambiamento dell’Italia. Che dire ? Malauguratamente per Berlusconi e per noi italiani, oltre alla sinistra in totale malafede, ci siamo imbattuti nei vari Fini, Casini, Bossi, Alfano etc etc, per loro non è necessario alcun ulteriore commento.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog