Cerca

Sponsor inatteso

Travaglio resuscita Berlusconi:
"Un colpo il voto alla fiducia,
errore considerarlo morto"

A servizio Pubblico, Mitraglietta smonta l'entusiasmo degli anit-Cav: "Ha mollato la patata bollente a Letta, così si tiene le mani libere"

Travaglio resuscita Berlusconi:
"Un colpo il voto alla fiducia,
errore considerarlo morto"

Te lo aspetti che affonda il coltello nel burro delle carni berlusconiane, intenerite dal voto sulla fiducia e dal travaglio del Pdl. Invece, Marco Travaglio, nel suo consueto editoriale a "Servizio pubblico", resuscita Silvio Berlusconi: "Se il governo fosse caduto, Berlusconi avrebbe pagato un dazio pesantissimo, per l'immagine sua e del governo. Ma votando la fiducia, si è liberato le mani da un governo che avrà grosse difficoltà nell'anno a venire e che difficilmente porterà a termine quanto si è posto di fare. Poi ci sono Alfano e i suoi  'dissidenti' che non sanno nemmeno se stare dentro o fuori dal Pdl. E i ministri, in fin dei conti non erano nemmeno troppo berlusconiani. Il Cavaliere i suoi fedelissimi li ha ancora tutti dalla sua parte". E via cantando: "La verità è che Berlusconi avrà prima delle prossime elezioni tantissimo materiale di propaganda cui attingere. E darlo per morto potrebbe essere un gravissimo errore, come lo è stato tutte le altre volte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dxsolodx

    04 Ottobre 2013 - 18:06

    anche se lo fa solo da interessato,ora tutto quello che fa o meglio che non fa non potranno più dire che è colpa di Berlusconi,ora solo letta e alfano devono rispondere agli italiani,tasse comprese.Berlusconi e i suoi falchi potranno tranquillamente votare liberamente un bel no alle tasse e a tutte le leggi sbagliate,se passeranno lui potrà dire IO QUESTO OBBROBRIO NON L'HO VOTATO.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    04 Ottobre 2013 - 11:11

    Panico. La stessa area di terrore che si respirava tra i politic il giorno della fiducia. tutti spauriti, tutti angosciati, anche se per diversi motivi, tutti con gli occhi terrorizzati dalla visione del futuro. Meglio rimanere attaccati al relitto delgoverno Letta e piegarsi al volere dell'europetta. Il buon Travaglio non fa eccezione. Anche lui è bruciato dal panico. Senza il Cav. Travaglio a che serve? E se non serve chi gli da più tutti quei bei soldoni che l'antiberlusconismo gli ha garantito fino ad ora? Tragedia di un uomo mediocre messo difronte alla propria mediocrità!

    Report

    Rispondi

  • totano54

    04 Ottobre 2013 - 00:12

    Se il Berlusca dovesse uscire di scena al manettaro fighetta non resterebbe altro che andare a pulire i cessi di qualche Palazzo di Giustizia

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    03 Ottobre 2013 - 23:11

    Giusto riconoscimento a chi ti ha fatto guadagnare tanti soldini, puoi a tutti gli effetti considerarlo il tuo datore di lavoro. Ha fatto e fa ancora lavorare migliaia di persone, per te avrà sempre un occhio di riguardo.

    Report

    Rispondi

blog