Cerca

La bordata

Lampedusa, Boldrini: "Basta misure repressive"

Laura Boldrini

Laura Boldrini

Laura Boldrini va a Lampedusa e chiede l'abolizione della Bossi-Fini. Ormai è chiaro, la tragedia del mare costata la vita a più di 130 immigrati sarà il cavallo di Troia della presidente della Camera per chiedere una riforma delle norme sull'immigrazione. "Sono qui per esprimere il mio cordoglio e quello della Camera dei deputati e per ascoltare i sopravvissuti, esprimendo solidarieta' alla comunita' di Lampedusa. E' dovere delle istituzioni essere nei posti e nei luoghi in cui accadono queste cose. Non possono stare solo nel palazzo, ma essere al servizio. Voglio una politica dell'impegno e dell'ascolto che si assuma la resposabilita' che questo non accada piu", ha detto la presidente.

"Basta Bossi-Fini" - Poi arriva l'affondo proprio sulla Bossi-Fini: "Dobbiamo capire la causa dell'immigrazione, con le misure repressive non risolveremo questo problema. E' una pia illusione pensare che con misure piu' dure'' gli immigrati si scoraggino e non partano. Con le uniche misure repressive non risolveremo mai questo problema. Chi fugge da guerre e dittature, non sara' fermato da leggi piu' dure. E' un'illusione''. Invece magari con lo Ius soli, probabilmente i barconi diminuiranno. E' questa di fatto la proprosta che portano avanti con decisione la stessa Boldrini e il ministro Kyenge. Peccato che se l'Italia aprisse le porte per lo ius soli, i viaggi della speranza, con paertorienti a bordo, aumenterebbero a dismisura. Mettendo a rischio altre vite umane. Ma la Boldrini è determinata e annuncia: "Questo e' il momento in cui le cose devono cambiare. Spero che questa ennesima tragedia non venga sdoganata con qualche minuto di cordoglio. La politica dia seguito con misure legislative". Insomma ormai la riforma sulel leggi per l'immigrazione è alle porte.

"Italia calamita" - La Boldrini chiede alla politica di accelerare. Ma le tragedie non si possono evitare con una norma. Il rapporto dell'Unione Europea in materia di immigrazione parla chiaro: "L'Italia non ha norme dissuasive per gli sbarchi e si mostra spesso come calamita per l'immigrazione". Lo ius soli potrebbe essere la calamita fatale, per raccogliere in mare, ancora, i poveri corpi di chi cerca un futuro. Intanto anche il ministyro Kyenge pensa di risolvere il problema con un Nobel Lampedusa: "E' un premio doveroso per l'isola", ha affermato. Già un premio. Non una soluzione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ketaon_01

    08 Ottobre 2013 - 17:05

    Da inasprire assolutamente. Basta con i clandestini. Basta incitare questa gente con striscioni con scritto "Clandestinità non è reato". Sono Illegali mettitelo in quella testa vuota. Vuoi vivere con loro come loro ? Vai a casa loro da clandestina cosi ti togli dalle palle

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    08 Ottobre 2013 - 16:04

    Ma una colletta tra i politici ?? O date i vostri soldoni che poi sono i nostri per questa causa illegale... Clandestino significa illegale ... Invece che emigrare clandestinamente lottate nei vostri paesi per una vita migliore .... Ed invece scappano all'estero da clandestini. La fuga e' da vigliacchi , lottate per il vostro paese e' da eroi. Ogni clandestino e' solo un vigliacco ..che si merita una morte da vigliacco.

    Report

    Rispondi

  • ANNA1965

    08 Ottobre 2013 - 12:12

    Mancava la Boldrini al coro di indignati contro la tragedia di Lampedusa. Signora Boldrini, ma Lei dove vive e chi la paga. Sembra che viva in un altro paese, con il Suo stipendio, la Sua auto blu, e le spese inutili che sta facendo pagare agli italiani, si riempe la bocca di parole come solidarieta' cittadinanza, mi scusi ma con quali soldi ha intenzione di pagare tutti questi buoni propositi. Inizi a ridurre il Suo stipendio, a diminuire le spese inutili, a quanto pare Lei e' un presidente della Camera peggiore di Fini, e ce ne vuole, la gente si sta stancando di gente come Lei che vuole fare solidarieta' mandando in malora il ns. paese. Ci sono anziani abbandonati a se' stessi, che con l'incubo dei debiti si suicida, queste persone non hanno bisogno del Suo cordoglio e della Sua solidarieta'. Se e' cosi' preoccupata per gli immigrati torni da dove e' venuta faccia il Suo lavoro senza affamare gli italiani, si vergogni Lei e' un rappresentante dei cittadini italiani.

    Report

    Rispondi

  • fabrizio41

    06 Ottobre 2013 - 09:09

    ...la tempesta ormonale.....!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog