Cerca

Il comico

Grillo: "Renzi era il chirichetto di De Mita, sono tutti democristiani"

Il comico pubblica la sua pillola giornaliera sul blog. Attacca tutti, ma riserva al sindaco di Firenze le parole più divertenti

I chirichetti di De Mita

Dal blog di Beppe Grillo

"Tutti uguali". Beppe Grillo ritorna a mostrare il suo totem più famoso: i politici fanno schifo e, appunto, tutti sono uguali. Anzi, per la precisione, "sono tutti democristiani". "Il Pdl si è trasformato nel Pdl-menoelle. Il Partito Unico ha la stessa faccia di due bambocci della politica, Capitan Findus Letta e Pesce Palla Alfano". E' proprio tornato: "Quasi coetanei, allievi e frequentatori entrambi del poderoso pensatore democristiano De Mita". Alè. 

Stessa pasta - Il post del giorno continua paragonando i due e crocifiggendo le larghe intese: è tutto un magna magna dice Grillo che, come già accaduto, si ferma alla protesta e si dimentica la proposta. "Se 101 pdmenoellini hanno fottuto Prodi per la presidenza della Repubblica, 70 pdl-menoellini hanno abbandonato Berlusconi, colui a cui avevano leccato il culo, riconoscenti, per un ventennio". Lineare. 

Gggiovane - In calce al post, però, il leader pentastellato riveste i panni del comico e sfotte Matteo Renzi, il vero chirichetto di De Mita. "Renzi è il terzo" di questa allegra combriccola democristiana: il sindaco è "quello più gggiovane, ma un po' più sfigato, quello che va a fare l'animatore tra i ragazzi, ma che si fa uscire quando si parla di cose da grandi". Povero Renzi, preso in giro così nonostante l'aria da duro data dal giubbino in pelle. Bisogna stare attenti alle frasi del passato, in effetti, però sono lì e quindi qualcuno alla fine le pesca: "Stamattina ho preso una lezione di cui sono grato al presidente De Mita" disse il sindaco di Firenze durante un congresso popolare nel 1994. Magari, davvero, sperava che nessuno se ne ricordasse più; però c'è Beppe Grillo che quando vuole far ridere sa bene che tasti toccare. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • muneto

    05 Ottobre 2013 - 18:06

    Certo alle prossime elezioni il chierichetto prenderà un bel po' di voti al comico.....

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    05 Ottobre 2013 - 18:06

    Ha capito da sempre che lo zoccolo duro dei berluscones non riuscirà mai a scalfirlo; ecco dunque il perché dei tanti velenosi ed osceni attacchi agli uomini del PD, solo partito al quale può sperare di carpire voti; ora sulla cresta dell'onda c'è Renzi che ha sempre più seguito tra i "sinistri" e per lui rappresenta un vero pericolo, così scatena la sua verve pseudo-comica scaricandogli addosso tutto lo sterco che può. Il suo è un gioco politico anch'esso meschino e miserabile come quella poltica che dice di voler combattere, trascinandosi dietro i suoi inutili ed ininfluenti adepti in Parlamento.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    05 Ottobre 2013 - 18:06

    l'unica forza mediatica che Renzi sfrutta è la sua primogenitura nel VOLER ROTTAMARE una categoria di politici che il popolo odia. E NON SOLO QUELLI DI SX MA ANCHE QUELLI DI DX. A parte questa idea che è comunque nata nel popolo, e che Renzi ha fatto sua, non c'è alcuna evidenza nè alcuna prova che Renzi sia, possa essere, e voglia essere un vero cambiamento per questo stato/politica di merda. Così com'è per tutte le altre facce pseudo-giovani che i maledetti vecchi partiti tirano fuori, ma che a me sembrano brutte copie dei maledetti vecchi politici che li hanno cresciuti.

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    05 Ottobre 2013 - 17:05

    renzi, la carta igienica di casa renzi, letta la carta igienica della vecchia DC e alfano la carta igienica di berlusconi...da oggi compro solamente carta igienica con le loro foto stampate su...

    Report

    Rispondi

blog