Cerca

Appunto

Facci: Trovato

Cronache dal 28 agosto di 5 anni fa. A Vedrò, think tank "di sinistra", sfilavano i giovani rampanti Letta e Alfano. Era lo specchio di quello che ci aspettava

Facci

Filippo Facci visto dal nostro Vasinca

Era il pomeriggio del 28 agosto 2008 e al governo c'era l'odiato Berlusconi. Io ero a Vedrò, la stracitata convention fondata da Enrico Letta e che riunisce politici e imprenditori e giornalisti sulle rive del Garda. L'ambiente era perlopiù di sinistra, e la prima ambiguità la colsi quando l'on. Giulia Bongiorno, durante una sessione di studio, disse che «i magistrati non fanno parte dei problemi della giustizia». Nessuno eccepì: tutti a favore dei magistrati, applausi. Più tardi il collega Antonello Piroso intrattenne la platea con un monologo sul caso Tortora: e, dopo l'elencazione delle toghe impunite, nessuno eccepì: tutti contro i magistrati, applausi. Più tardi arrivò e parlò anche Angelino Alfano, ai tempi guardasigilli dell'odiato governo Berlusconi: tutti a favore dei magistrati e tutti contro i magistrati, applausi anche per Alfano. Mi stava girando la testa. In quel think tank perlopiù di sinistra (che qualcuno aveva definito «i migliori talenti della generazione rampante») nasceva, anzi: rinasceva un'Italia e una generazione né migliore né peggiore, semmai uno specchio fedele, una calibrata e italica proporzione del Paese che eravamo sempre stati, buona fede compresa, conformismo compreso. Tutti italiani e tutti estranei ai problemi, ignari di esserne parte: pronti a impiccare qualche Grande Colpevole.

di Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    11 Ottobre 2013 - 08:08

    Trovo singolare che a seconda della posizione politica si giudichi l'operato di un giornalista senza valutarne le opinioni. Sembra di rivedere la nota favola... il bue che dà del servo all'asino.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    09 Ottobre 2013 - 10:10

    Si auto-loda; lui sa tutto. E reagisce al suo complesso con l'opposto sentimento di superiorità Poi le stupidaggini: 'l'odiato Berlusconi' magistratura maledetta. Non si sa ancora chi si salva a sinistra e a destra. Anzi, no. Si salva solo Facci

    Report

    Rispondi

  • nick2

    08 Ottobre 2013 - 11:11

    ricorda il suo commento denigratorio all’articolo “mediamente scemo” di Stefano Feltri? Il giornalista del Fatto Quotidiano scriveva di «nuova maggioranza di Vedrò» basata sul «metodo Vedrò» e cioè su un «network di politici amici» che è «nuova base delle larghe intese» e che «Letta ha portato a Palazzo Chigi buona parte dello staff organizzativo». http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/1324733/Facci-contro-Stefano-Feltri-e-il-suo-articolo--mediamente-scemo-.html . Dopo soli 3 giorni, lei ci viene a ripetere le stesse argomentazioni (mediamente sceme) di Feltri, facendole passare per una sua profezia del 2008! - P.S. Se scorresse l'elenco degli appartenenti all’ambiguo, conformista e perlopiù di sinistra network di Vedrò, che è online, scoprirebbe un altro inquietante nominativo: Filippo Facci!

    Report

    Rispondi

blog