Cerca

Sinistra a pezzi

Paolo Gentiloni, ora vuole accelerare sullo ius soli: voto di fiducia?

13 Ottobre 2017

26
L'ultimo atto di Paolo Gentiloni? Pensa alla fiducia sullo "ius soli"

Dopo il voto di fiducia sulla legge elettorale che ha dovuto letteralmente subire - la fiducia era infatti una soluzione che aveva categoricamente escluso al momento di insediarsi - ora Paolo Gentiloni è pronto a dar battaglia sullo ius soli. Vada come vada. È il retroscena scritto da Il Foglio secondo cui il premier "comincia a somigliare un po' di più a un autentico leader politico, anche negli inevitabili difetti. Sicché nei corridoi del palazzo ci si aspetta adesso che Gentiloni approfitti della perdita della verginità per compiere un altro strappo, uguale istituzionalmente e contrario politicamente rispetto a quello sul Rosatellum, mettendo la fiducia sullo ius soli come ultimo atto di legislatura, vada come vada". 

Secondo la ricostruzione de Il Foglio, "oltre a tutti gli altri ottimi motivi, Matteo Renzi sarebbe stato spinto alla forzatura sulla legge elettorale anche dall'inconfessabile desiderio di macchiare un po' l'immacolato abito da presidente del consiglio. E in effetti a qualcuno non dispiace in queste ore sussurrare che, avete visto, neanche Paolo è perfetto. Ha dovuto, proprio lui così ligio, intestarsi uno strappo istituzionale che causa giornate di turbolenze di piazza. Ha dovuto rompere il recente incantesimo dell'uomo 'di altissimo profilo' nel nome del quale è andata in pezzi l'armata Brancaleone alla sinistra del Pd. E così, dopo un processo di emancipazione e autonomizzazione notato e apprezzato da tutti, è dovuto tornare alla casella di partenza, quella del governo fotocopia che deve solo eseguire i diktat del segretario del partito".

Ed ecco qui la contromossa del premier: spingere l'acceleratore sulla battaglia per lo ius soli. Arrivano persino a pensare il voto di fiducia "come ultimo atto di legislatura". Sull'argomento Renzi "guarda i sondaggi ed è perplesso. Ma in quel caso sarebbe lui a dover assecondare la volontà del neo-decisionista presidente del Consiglio", conclude l'articolo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Venezuela libero

    Venezuela libero

    14 Ottobre 2017 - 10:10

    Io faccio lo sciopero della fame contro lo ius soli perche prima ci siamo Noi poi se avanza qualcosa loro

    Report

    Rispondi

  • Peter.Pan

    14 Ottobre 2017 - 09:09

    Solo in Italia si verificano cose di questo genere e cioè essere governati da un uomo che esegue la volontà di un capo di partito.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    capitanuncino

    14 Ottobre 2017 - 08:08

    Approvatelo che alle prossime elezioni vi facciamo un culo tanto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media