Cerca

Aministia

Cancellieri: "I reati fiscali? Mai amnistia per quelli"

Il ministro della Giustizia commenta le parole di Napolitano: "Il Parlamento decide quali reati toccare". Il Pd si rilassa, ma Fioroni...

Anna Maria Cancellieri

Anna Maria Cancellieri

"Non è mai successo che l'amnistia riguardasse un reato finanziario" e quindi poche speranze per Silvio Berlusocni. Lo dice Anna Maria Cancellieri che ricorda come sia compito del Parlamento "decidere quali reati toccare". Il Pd mangia la foglia: dopo la lettura del discorso di Giorgio Napolitano i dem avevano sgranato gli occhi. L'incubo era lo stesso degli ultimi venti anni: "Così rischiamo di salvare Silvio" hanno pensato i parlamentari che hanno subito provato a tamponare le richieste del Presidente. Tra "vediamo" e "aspettiamo" è stata proprio la Cancellieri a buttare acqua sul fuoco e a dare il "liberi tutti". 

Un uomo solo - Certo è che se aministia e indulto dovessero arrivare davvero, Silvio potrebbe pensarci seriamente: i suoi parlamentari già pensano a come far pesare la loro forza per strappare piccole concessioni alle opposizioni. E dal Pd c'è anche chi, come Beppe Fioroni, punta ad ammorbidire ogni discorso perché, alla fine, non si può pensare ad una riforma così importante pensando solo al Cav: "Sarebbe grave se partisse il solito stucchevole refrain che i provvedimenti seppur giusti debbono valere per tutti meno che per uno, sennò è meglio non fare nulla Questo sarebbe un grave errore". Piccole speranze per il Cav. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lobadini

    10 Ottobre 2013 - 10:10

    Leggere i commenti della feccia rossa fa capire che razza di merde siano. Il loro incubo è sempre lo stesso! Ma tranquilli esseri inutili ci sara' sempre un Berlusconi che ve lo mettera' in quel posto.

    Report

    Rispondi

  • monrefuge

    09 Ottobre 2013 - 12:12

    ...a proposito di leggi ad personam, tutti a casa MA NON BERLUSCONI.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    09 Ottobre 2013 - 10:10

    non si può fare per delinquenti abituali e/o recidivi, ammenocché non sia specificamente per Burlesque, il quale è stato dichiarato delinquente abituale, oltre ad essere recidivo

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    09 Ottobre 2013 - 10:10

    il tapino dice che il delinquente si salverà grazie al ricorso alla corte EDU. ma lei lo sa per cosa ha fatto ricorso il nano da Harcore? ma per la legge Severino, che non entra minimamente nella questione del processo che lo ha visto condannato, lo sapeva?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog