Cerca

Colle contro anti-politica

Napolitano: "I 5 Stelle se ne fregano della gente"

I grillini attaccano il presidente per il suo discorso sulla situazione carceri e lui ci va giù pesante: "Non gli interessano i problemi del Paese"

Napolitano e Gianni Letta

Il presidente Giorgio Napolitano e, sullo sfondo, Gianni Letta

"Se ne fregano". Giorgio Napolitano interviene a gamba tesa (per uno che dovrebbe essere 'super partes') nel dibattito successivo al suo messaggio alle camere sulla questione carceri: il Movimento 5 Stelle va avanti nella sua propaganda e, dice il Capo dello Stato, se ne frega "degli altri problemi della gente e del Paese". Replica, il Quirinale, ai parlamentari pentastellati secondo i quali il richiamo responsabile su amnistia e indulto sia stato fatto solo per salvare Silvio Berlusconi. "Non sanno quale tragedia sia quella delle carceri, non ho altro da aggiungere", ha concluso re Giorgio, evidentemente colpito dalle parole degli onorevoli grillini. 

Vietnam - Le critiche al Colle erano sono piovute feroci: "Si preparino ad un vero e proprio Vietnam parlamentare!" ha scritto il 5 Stelle Riccardo Fraccaro che proprio non vuole darla vinta al Presidente. Napolitano, ha detto l'onorevole, "di fatto diventa il padrino di un salvacondotto per Berlusconi" e loro non possono accettare un comportamento simile. Il ragionamente dei 5 Stelle è semplice: con l'eventuale amnistia Berlusconi salverebbe se stesso e potrebbe partecipare all'attività politica da uomo libero. Re Giorgio non ha accettato il paragone, respingendo le accuse al mittente e poi anche il ministro Anna Maria Cancellieri ha soccorso il presidente: "Mai è stato applicata amnistia per reati fiscali", ha detto provando a calmare gli animi.

Istituzioni - Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera in quota 5 Stelle, ha poi rincarato la dose spiegando senzz mezzi termini che Napolitano "se ne frega delle opposizioni". L'ha sbandierato su Facebook aggiungendo che, oggi, "ha finalmente indossato la fascia di capitano delle larghe intese". Ai 5 Stelle ha replicato anche il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Berretta: "Vorremmo capire cosa pensano e propongono gli esponenti del Movimento Cinque Stelle, per affrontare l'emergenza carceraria". Risposte,a ora, non ne sono giunte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    09 Ottobre 2013 - 16:04

    intanto, il processo ultimo è durato 11 anni. Se poi parli della decisione della Cassazione (e questa non entra nel merito della colpevolezza o meno dell'imputato), questa doveva pronunciarsi prima del rischio di prescrizione: e questo lo stabilisce la legge, tant'è che ha creato la Sezione Feriale appositamente.

    Report

    Rispondi

  • lorella63

    09 Ottobre 2013 - 11:11

    e..dicci...perchè a te forse interessano qualcosa le sorti dell'Italia e degli italiani? tu ci pensi sempre vero "ai problemi della gente e del Paese"????!!!!! ci pensavi TANTO anche quando di recente hai "ACQUISTATO" i fedelissimi ultimi quattro senatori a vita! ci pensavi tantissimo al tuo popolo in quel momento vero?....tanto quelli non prendono una liretta!!!! ma vai a ca@@re comunista del cavolo!!! e pensa a far lavorare i tuoi sottoposti invece di blaterare su amnistie a altro (csm, giudici vari, magistrati casta mafiosa ecc.)...fai riportare ai loro paesi la feccia che riempie le patrie galere italiche.. vedrai che poi si sta larghi! La vera TRAGEDIA sei tu i tutta la cricca che obtorto collo manteniamo!!

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    09 Ottobre 2013 - 11:11

    Se i giudici avessero sempre usato la velocità che hanno usato in questi ultimi mesi per condannare Silvio,avremmo il record mondiale di velocità giudiziaria e le carceri mezze vuote,un po come te che detieni il record mondiale di velocità nello sparare minchiate e hai il cervello vuoto!

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    09 Ottobre 2013 - 11:11

    Se i giudici avessero sempre usato la velocità che hanno usato in questi ultimi mesi per condannare Silvio,avremmo il record mondiale di velocità giudiziaria e le carceri mezze vuote,un po come te che detieni il record mondiale di velocità nello sparare minchiate e hai il cervello vuoto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog