Cerca

umbria

"Non ci è riuscito nemmeno zio Adolf...", assessore choc su Facebook

2 Novembre 2017

0
"Non ci è riuscito nemmeno zio Adolf...", assessore choc su Facebook

Roma, 2 nov. (AdnKronos) - Quello dei rom è un problema, un problema che a risolverlo "c'aveva provato anche zio Adolf a prendere qualche rimedio, politicamente scorrettissimo, ma non gli è riuscito neanche a lui". Risponde così a chi si lamenta dell'accattonaggio in città, Massimo Gnagnarini, assessore di centrosinistra di Orvieto, eletto in una lista civica nel comune umbro.

Parole scritte nere su bianco su Facebook, che stanno scatenando una polemica durissima, con tanti che sui social e non solo lo accusano, parlando di "nazismo" e "razzismo". Dal Pd, partito al governo della città di Orvieto, parla la senatrice Francesca Puglisi, presidente della Commissione parlamentare contro il Femminicidio, che chiede "al sindaco di Orvieto di valutare un passo indietro per questo politico. Il riferimento 'allo zio Adolf' suscita una tale indignazione che non permette altra scelta", secondo Puglisi.

"Chi evoca 'zio Adolf' e l'olocausto non può rappresentare le istituzioni. Il sindaco di Orvieto Germani non si limiti a dissociarsi dal suo assessore al Bilancio. Gnagnarini deve essere messo fuori dalla giunta per rispetto nei confronti della città e di chi ha combattuto contro il nazismo e l'occupazione tedesca", aggiunge il deputato dem Stefano Pedica. "Davanti a fatti di questo genere non si può far finta di nulla - sottolinea -. In una giunta di centrosinistra non può esserci chi cita il nazismo in risposta a chi gli chiede provvedimenti contro i rom. Le istituzioni vanno rappresentate seriamente".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media