Cerca

Comunisti

Brunetta: "Prendevate i soldi dall'Urss e vi siete salvati. Vero Finocchiaro?"

Il capogruppo Pdl alla Camera attacca la senatrice dem: "Nel 1990 l'amnistia vi salvò, oggi in scena una doppiezza togliattiana"

Renato Brunetta

Renato Brunetta

Hanno preso i soldi dai comunisti e poi hanno taciuto sull'amnistia, ora gli ex-Pci fanno i puri. E' questo, in sintesi, il ragionamento di Renato Brunetta che ha inviato una lettera a Dagospia per smascherare l'ipocrisia dei democratici. Il capogruppo Pdl alla Camera si rivolge alla senatrice Anna Maria Finocchiaro e ricostruisce il dibattito parlamentare che portò al decreto presidenziale del 12 aprile 1990. 

Comunisti - Il Partito democratico, scrive Brunetta, vuole "evitare che qualsiasi beneficio connesso a qualsiasi forma futura di amnistia o indulti sfiori Berlusconi". Vero, ma poi, scava scava, il prof. si ricorda che loro quando dovettero salvarsi dal finanziamento illecito ai partiti loro, i comunisti, si sono astenuti - alla Camera - per far passare dolcemente un decreto di favore. Era il 1990: il Pci "vide cancellato, estinto, reso zero il reato di finanziamenti illecito che da loro era essenzialmente ricavato dai rubli e dai dollari di Mosca. Cioè Urss, cioè nemici dell'Occidente".

Astensione - Brunetta ricorda le parole di Sergio Romano, scritte nero su bianco sul Corriere: "Come tutti i reati non finanziari per i quali era prevista una pena detentiva 'non superiore nel massimo a quattro anni', i finanziamenti illeciti ai partiti politici furono amnistiati con un decreto del presidente della Repubblica del 12 aprile 1990". I comunisti si astennero guidati proprio dalla Finocchiaro: se ne lavarono le mani, insomma, perché sapevano che il colpo di spugna sui quei reati avrebbe fatto loro comodo. Una doppiezza esemplare, dice Brunetta, anzi: "Un capolavoro di doppiezza togliattiana. E questi qui ora vogliono darci lezioni, vero senatrice Finocchiaro?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    12 Ottobre 2013 - 13:01

    Al di là dell'aspetto estetico, in cui non é che la Finocchiaro possa allargarsi troppo, Se Brunetta militasse nel PD sarebbe un fior di economista e se la Finocchiaro fosse del PDL sarebbe considerata peggio della Santanché... Non c'é nulla da fare noi siamo un popolo politicamente provinciale e infarcito di pregiudiziali partigiane, o come diceva meglio Machiavelli "del particulare"...

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    12 Ottobre 2013 - 09:09

    Il complessato sfoga col veleno il contenuto del suo cervello

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    09 Ottobre 2013 - 17:05

    Purtroppo, per pregiudizi dell'una e dell'altra parte ed un po' per il suo carattere spigoloso, non lo sarà mai, rendendo un pessimo servigio agli italiani. Riguardo le malefatte del PCI e successive integrazioni e modificazioni, ci sarebbe da scrivere per tremila giorni interi, quindi il SINISTRO BUFFONE stia zitto.

    Report

    Rispondi

  • fofetto

    09 Ottobre 2013 - 17:05

    Figuratevi lo stato d'animo del sottoscritto che nel 1978 fu obbligato a pagare una tangente del 7,5% su 36,5 milioni di Lire ai compagnucci di San Berlinguer!!!!!!!! Sono sempre stati dei lestofanti, e la cosa che più mi meraviglia è la moltitudine di gente che li vota (invidiosi e gelosi da paura). Purgarsi un po' no eh?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog