Cerca

Lealisti all'attacco

Pdl, Fitto ancora contro Alfano: "Azzerare tutte le cariche e riconsegnarle a Berlusconi"

L'ex ministro: "L'unico modo per conservare l'unità del partito è rimettere tutto al Cavaliere, l'unico leader riconosciuto dagli elettori"

Pdl, Fitto ancora contro Alfano: "Azzerare tutte le cariche e riconsegnarle a Berlusconi"

Mentre Alfano parla da leader lanciando le "primarie del Pdl", c'è chi nel partito continua a volere la sua testa. "Sgombriamo il campo da equivoci - è il nuovo affondo di Raffaele Fitto, avversario ormai scoperto del segretario azzurro -. Per noi lealisti l'unico modo per raggiungere l'unità del partito senza se e senza ma, è azzerare tutti gli incarichi e riconsegnare tutto nelle mani del presidente Berlusconi, essendo lui l'unico leader riconosciuto dai nostri elettori". Secondo Fitto è questa l'unica strada per "poter decidere tutti insieme strumenti (congresso, primarie o altro), regole e tempi per rilanciare l'azione del nostro partito". E pazienza se solo poche ore prima era stato proprio Silvio Berlusconi in persona a ricordare agli europarlamentari azzurri l'importanza di evitare scissioni interne: "Se ci dividiamo adesso - questo il senso dell'intervento del Cav -, rischiamo di  fare il gioco della sinistra...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • avv.pietro.ghinassi

    13 Ottobre 2013 - 18:06

    Alfano passa nel PD , se ti vogliono, noi no!!!!!'m

    Report

    Rispondi

  • ABU NAWAS

    13 Ottobre 2013 - 17:05

    E CHE I MINISTERIALI PAGHINO............................. RIPARTENDO CON IL VOLANTINAGGIO!!!!!

    Report

    Rispondi

  • perfido

    12 Ottobre 2013 - 21:09

    Fitto ha ragione : BERLUSCONI li ha resi tali e solo lui può decidere per le promozioni/bocciature. Ovviamente, queste sono tutte opinioni campate in aria, perché le vere motivazioni, sono chiuse nella "cassaforte" della mente del Cavaliere. L'auspicio è di chiudere le porti, prima della fuoriuscita dei "buoi". A buon intenditore, poche parole.

    Report

    Rispondi

  • Franco38

    12 Ottobre 2013 - 19:07

    Personalmente sono contrario alle primarie. Perchè? Perchè non c'è un procedimento democratico per realizzarle. Sono belle parole e vanto dei sinistri, ma c'è un sacco di finzione e trucchi. Io le ho viste nei decenni passati e di recente. Le vere primarie sono il carisma che si riesce a crearsi ed andare al voto con le preferenze istituzionalizzate e non buffonate. E se posso dire anche sulle elezioni in generale: guai ai collegi uninominali. Chi ce lo mette quel nome sulla scheda? I partiti? Bella scelta del popolo. E poi niente doppio turno, per non avere anche un calo tremendo di votanti. Fare di tutto per avere un bipolarismo. Con il tripolarismo, se non si mettono premi assurdi, come quello che ha avuto il PD a Febbraio, si mette la nazione nella bufera. Si deve andare verso un bipolarismo. Non ho detto bipolarismo, e che i Casini, Monti, Meloni, si convincano, che non è tempo di giocare ai soldatini di piombo.

    Report

    Rispondi

blog