Cerca

Lealisti all'attacco

Pdl, Fitto ancora contro Alfano: "Azzerare tutte le cariche e riconsegnarle a Berlusconi"

L'ex ministro: "L'unico modo per conservare l'unità del partito è rimettere tutto al Cavaliere, l'unico leader riconosciuto dagli elettori"

4
Pdl, Fitto ancora contro Alfano: "Azzerare tutte le cariche e riconsegnarle a Berlusconi"

Mentre Alfano parla da leader lanciando le "primarie del Pdl", c'è chi nel partito continua a volere la sua testa. "Sgombriamo il campo da equivoci - è il nuovo affondo di Raffaele Fitto, avversario ormai scoperto del segretario azzurro -. Per noi lealisti l'unico modo per raggiungere l'unità del partito senza se e senza ma, è azzerare tutti gli incarichi e riconsegnare tutto nelle mani del presidente Berlusconi, essendo lui l'unico leader riconosciuto dai nostri elettori". Secondo Fitto è questa l'unica strada per "poter decidere tutti insieme strumenti (congresso, primarie o altro), regole e tempi per rilanciare l'azione del nostro partito". E pazienza se solo poche ore prima era stato proprio Silvio Berlusconi in persona a ricordare agli europarlamentari azzurri l'importanza di evitare scissioni interne: "Se ci dividiamo adesso - questo il senso dell'intervento del Cav -, rischiamo di  fare il gioco della sinistra...".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • avv.pietro.ghinassi

    13 Ottobre 2013 - 18:06

    Alfano passa nel PD , se ti vogliono, noi no!!!!!'m

    Report

    Rispondi

  • ABU NAWAS

    13 Ottobre 2013 - 17:05

    E CHE I MINISTERIALI PAGHINO............................. RIPARTENDO CON IL VOLANTINAGGIO!!!!!

    Report

    Rispondi

  • perfido

    12 Ottobre 2013 - 21:09

    Fitto ha ragione : BERLUSCONI li ha resi tali e solo lui può decidere per le promozioni/bocciature. Ovviamente, queste sono tutte opinioni campate in aria, perché le vere motivazioni, sono chiuse nella "cassaforte" della mente del Cavaliere. L'auspicio è di chiudere le porti, prima della fuoriuscita dei "buoi". A buon intenditore, poche parole.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media