Cerca

L'aria che tira

Luigi Di Maio, Vittorio Feltri: "Quando lo sento parlare devo prendermi un digestivo"

26 Gennaio 2018

2
Luigi Di Maio, Vittorio Feltri: "Quando lo sento parlare devo prendermi un digestivo"

"Gli elettori credo siano rimasti molto distanti da questa campagna elettorale, c'è stata una caduta mortale della politica. Quando sento parlare Luigi Di Maio devo prendermi un digestivo". Il direttore di Libero Vittorio Feltri, ospite di Myrta Merlino a L'aria che tira, su La7, attacca il candidato premier del Movimento 5 stelle: "Di Maio mi diverte quando sbaglia i verbi o sostiene che la Russia sia un Paese mediterraneo", ma rappresenta "una dequalificazione della politica".

Quando parla Matteo Renzi, invece, "magari sono un po' più attento. Fra lui e Di Maio io non ho dubbi su chi scegliere". Detto questo, "la confusione non accenna a diminuire. Mi attengo ai sondaggi: mi pare che non ci sia un partito in grado di formare una maggioranza né durevole né provvisoria. Non si intravede una crescita esponenziale di uno dei partiti maggiori. E i grillini anche se prendono il 30 non governano".

Poi la pugnalata a Massimo D'Alema che qualche giorno fa aveva lanciato l'ipotesi di un "governo del presidente". "Mi fa un po' ridere - commenta Feltri - non sta in piedi. Anche il governo del presidente ha bisogno di una maggioranza e io non vedo nessuna possibilità. Siamo nel caos e queste sono soluzioni verbali non sono soluzioni pratiche".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • JESSY JAMES

    06 Aprile 2018 - 11:11

    Pagliaccio leccaculo del nano di Arcore. Non avevi bisogno di digestivi quando governava il ladro mafioso ed evasore?

    Report

    Rispondi

  • Daniele Sanson

    26 Gennaio 2018 - 13:01

    Vorrei fare una scommessa con il Dott. Feltri , il numero degli elettori coincide , secondo me , con il numero delle persone che acquistano un giornale e che lo leggono . Credo anzi ne sono convinto che coloro che votano sono persone che si informano al contrario quelli che non votano sono persone che si lamentano di continuo ma quando c’é da votare no mettono la faccia . DaniSan

    Report

    Rispondi

media