Cerca

Dati Bankitalia

Governo Conte, impennata delle fughe di capitali all'estero

7 Luglio 2018

2
Governo Conte, impennata delle fughe di capitali all'estero

C'è un indicatore economico poco noto ma che è usato dagli economisti, e soprattutto dalle agenzie di rating, per valutare l'indice di fiducia all'interno dei singoli Paesi. Si chiama Target2 ed è il saldo del sistema dei pagamenti tra le banche, centrali e private, dell'Eurozona. Ebbene, questo saldo sta conoscendo per quanto riguarda l'Italia una eccezionale impennata che, scrive Il Giornale, coincide in buona parte con l'arrivo a palazzo Chigi del governo Conte. Dai dati diffusi da Bankitalia emerge che in giugno la posizione debitoria dell'Italia è salita da 464,6 a 480,9 miliardi. Cioè di 16 miliardi che si aggiungono ai 40 registrati nel corso del mese di maggio. Cifre che si possono descrivere come fughe di capitali, sintomo della sfiducia nei confronti del governo Conte, almeno nelle prime settimane del suo operato.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fil di ferro

    Fil di ferro

    10 Luglio 2018 - 06:06

    sinistra, sinistra,quando la finirete di mostrarvi ridicoli ! Neanche la galera vi spaventa con questa magistratura !

    Report

    Rispondi

  • pttfabrizio@gmail.com

    pttfabrizio

    07 Luglio 2018 - 22:10

    SI! è colpa mia, li ho portati io 55 miliardi all'estero, peccato non averne avuti 100 perché me li sarei portati tutti. ma dai, sanno benissimo chi li porta in giro questi miliardi, ma ditelo nooo.

    Report

    Rispondi

media