Cerca

L'indiscrezione

Berlusconi ha chiesto la grazia,
ma Napolitano ha detto no

Secondo alcuni rumors Silvio avrebbe chiesto tramite i suoi legali la clemenza al Colle. Ma Re Giorgio avrebbe rifiutato la domanda: "Non c'è più tempo"

Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi

Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi

"Troppo tardi. Non c'è più tempo'. Secondo quanto racconta Affaritaliani.it è sarebbe stata questa la risposta di Giorgio Napolitano a Silvio Berlusconi sull'eventuale concessione della grazia. Socondo Affaritaliani, il Cav spinto soprattutto da Angelino Alfano, pare che nei giorni scorsi si sia convinto a presentare con i suoi legali la domanda al Presidente della Repubblica. A fare da "pontiere" tra palazzo Grazioli e il Quirinale sarebbe stato Gianni Letta che avrebbe ricevuto dal Capo dello Stato un "no" sulla Grazia.

"Un favore a Pd e M5s" -  L'avvocato Franco Coppi, contattato da Affaritaliani.it proprio sul tema della grazia, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. "Probabilmente - spiegano ambienti parlamentari del Pdl - il Presidente ha anche voluto evitare ulteriori polemiche, in particolare considerando la fortissima contrarietà del Movimento Cinque Stelle alla grazia e i dubbi del Partito Democratico". Il tema della grazia comunque è tornato in primo piano dopo le dichiarazioni di Berlusconi rilasciate a Bruno Vespa pochi giorni fa per il suo libro Sale, zucchero e caffè. L'Italia che ho vissuto da nonna Aida alla Terza Repubblica. A Vespa il Cav aveva detto: "Il Capo dello Stato è ancora in tempo per concederE la grazia di sua iniziativa". Ma a quanto pare dalle indiscrezioni di Palazzo, Re Girogio avrebbe detto "no", chiudendo di fatto la questione. 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fearofthedark

    fearofthedark

    09 Novembre 2013 - 09:09

    per una volta non ha scritto una minkiata! vede che quando ragiona, a sua insaputa, riesce anche a giungere a conclusioni sensate? per quale motivo il pregiudicato ha chiesto a nap di ricandidarsi se non per il fatto, che, all'occorrenza, potesse essere ricattato? il suo impeachment non lo può votare, anzi, si deve augurare che il nap campi il più a lungo possibile in quanto con un altro presidente della repubblica, magari non ricattabile, il cav. pomp.idr. sarebbe già ar gabbio, da grande stratega si è incaprettato da solo.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    08 Novembre 2013 - 10:10

    Questa sarebbe la migliore notizia dell' anno, se solo fosse vera !!! Silviotto che chiede la grazia tramite i suoi lacchè merceneari prezzolati - in testa a tutti Gianni Letta, il Paraculo-Leccaculo per eccellenza - e il presidente della Repubblica che gli risponde col Due di Picche!!!! Magnifico, eclatante, favoloso!!!! 'nto culo a'Silvio!!!!

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    08 Novembre 2013 - 09:09

    Pensa, come Presidente della Repubblica potevamo avere Silvio Berlusconi un delinquente. Un delinquente ma fascista, meglio no?

    Report

    Rispondi

  • kobra1

    08 Novembre 2013 - 09:09

    Berlusconi pretendeva la grazia, ma non risulta mai l'abbia chiesta nelle modalità proprie. Neanche su Libero si è mai letto che l'abbia chiesta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog