Cerca

Consiglio elefantiaco

Ferrara: Renzi rompa con Letta
o farà la fine di Veltroni

Per il direttore del Foglio, Valter pagò il sostegno a Prodi. Ora il Rottamatore non ha alternative: deve mandare a casa Enrico

Ferrara: Renzi rompa con Letta
o farà la fine di Veltroni

C'è un rischio-Veltroni, per Matteo Renzi. E Giuliano Ferrara, con la verve che gli è propria, sbatte il pericolo in faccia al rottamatore. Il punto di partenza è la puntata di Servizio pubblico di giovedì scorso. Ospiti in studio da Santoro il direttore di Libero Maurizio Belpietro, Marco Travaglio e il sindaco di Firenze Matteo Renzi. Collegato in video c'è Massimo Cacciari. Che al rottamatore dice di allinearsi con Enrico Letta, perchè rompere col premier per far cadere il governo sarebbe la deflagrazione del Pd. Per Ferrara un consiglio da pazzi. Perchè è la stessa cosa che fece nel 2008 Veltroni con Prodi. Certo, Walter promise mari e monti, la rottura con l'intenibile del pd, rottamazioni, un partito più "liquido". ma poi tenne il cordone a Prodi fino alla fine. E pagò il plebiscito anti-Mortadella  afavore di berlusconi. Ora, secondo il direttore del foglio, Renzi corre lo stesso rischio: perchè, dice, Letta non fa politica ma burocrazia europea e rammendi, altro che riforme. Seguirlo fino in fono (almeno fino al 205) sarebbe un suicidio. "Tu lo sai perfettamente - scrive rivolgendosi al Rottamatore - ti prudono le mani ma hai il timore di esporti. Eppure non hai alternative e secondo me devi vincere su questa piattaforma di ribaltone".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Garrotato

    09 Novembre 2013 - 19:07

    Se io fossi Renzi, darei sostegno a Letta per il tempo necessario a organizzare ex novo un partito veramente riformista. Coi tempi che corrono, elettori di sinistra e di destra delusi dai loro schieramenti ce ne sono a iosa, e un programma riformista "spinto" (che coinvolga politica, burocrazia, magistratura) attirerebbe anche molti ex grillini e parecchi non votanti degli ultimi turni. Certo, ci vuole decisione, coraggio e un po' di sfrontatezza, oltre che uno staff competente e disposto a rischiare. In ogni caso, sempre meglio che sperare di sfondare col PD: la vecchia guardia non glielo permetterà mai, a costo di farsi male.Troverà sempre il modo di imbrigliarlo, anche se ora sembra avere il vento in poppa.

    Report

    Rispondi

  • bach23

    09 Novembre 2013 - 18:06

    è semplice, basta fare il contrario di quello che dice Ferrara ed uno è sicuro di essere nel giusto. Da quando era comunista in poi non ne ha acchiappata una eppure qualcuno lo ritiene una mente sopraffina. Come dice Razzi però, sa farsi "i cauzzi suoi"

    Report

    Rispondi

  • antoniodaberlin

    09 Novembre 2013 - 17:05

    forse si sposterebbe un po´a destra, poteva essere un buon erede di berlusconi, perche la parlantina per far campagna eletorale ce l´ha buona, ma , chi vivra´vedra´.

    Report

    Rispondi

  • Frenki

    09 Novembre 2013 - 12:12

    Almeno ne azzeccasse una di proposte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog