Cerca

Pdl diviso

La telefonata della colomba-avvoltoio:
"Silvio è morto, devi passare con noi"

Corteggiamento serrato dei lealisti in vista del Consiglio nazionale del 16 novembre

8

Mancano quattro giorni al Consiglio nazionale Pdl del 16 novembre. E nei due schieramenti - lealisti e innovatori - va avanti la conta. I delegati sono 840, tra parlamentari, ministri, viceministri, sottosegretari, coordinatori regionali, presidenti di regione, assessori e consiglieri regionali, presidenti di Provincia, sindaci dei comuni capoluogo, capigruppo e vicecapigruppo dei consigli provinciali e comunali. Insomma, big e peones. E le due parti cercano di tirare la corda dalla loro parte. Oggi, il sito dagospia.com, riporta la telefonata di un big alfaniano a un 'prone' berlusconiano, un consigliere regionale del Pdl: "Berlusconi è morto, lo arresteranno" dice la colomba. E il consigliere regionale non crede alle sue orecchie. Uno squillo sul cellulare, quasi a mezzanotte. Il "corteggiamento" dei governativi nei confronti del pidiellino "lealista" andava avanti da giorni, attraverso telefonate e incontri, ma i toni non erano mai stati così duri e ultimativi. "Devi passare con noi, Berlusconi è morto. A breve decadrà, poi lo arresteranno. Con noi - ha insistito la colomba - costruirai il nuovo centrodestra, e con Berlusconi in cella e noi al governo saremo i padroni del partito e si apriranno spazi per tutti". La telefonata non ha convinto il consigliere, che alla fine ha sottoscritto il documento "pro Silvio".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lobadini

    12 Novembre 2013 - 22:10

    Dite chi e' stato che lo andiamo a visitare

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    12 Novembre 2013 - 19:07

    Prima di morire mi deve rimborsare i 200mila euro che mi fece spendere con le sue tesi economiche! E' debitore morale nei miei confronti di 200mila euro. Ricordate quando diceva che la crisi non esisteva, che era una montatura di quegli stronzi comunisti, che i ristoranti erano pieni, che era difficile trovare un posto libero su un volo aereo; che gli italiani dovevamo spendere e spandere perché l'economia italiana era solida e che bisognava far girare la moneta? Mortacci sua! Gli ho ubbidito ciecamente: macchine nuove; moto di grossa cilindrata; vacanze oltreoceano; rinnovo guardaroba; ristoranti extralusso; gioielli e pellicce alle prostitute. Sono volati 200mila euro mentre la crisi economica c'era veramente! Ciò sta a dire che Silvio era incompetente e in malafede ed ha gabbato, come me, milioni di italiani con quella tesi del cazzo! Rivoglio i miei soldi.

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    12 Novembre 2013 - 19:07

    Prima di morire mi deve rimborsare i 200mila euro che mi fece spendere con le sue tesi economiche! E' debitore morale nei miei confronti di 200mila euro. Ricordate quando diceva che la crisi non esisteva, che era una montatura di quegli stronzi comunisti, che i ristoranti erano pieni, che era difficile trovare un posto libero su un volo aereo; che gli italiani dovevamo spendere e spandere perché l'economia italiana era solida e che bisognava far girare la moneta? Mortacci sua! Gli ho ubbidito ciecamente: macchine nuove; moto di grossa cilindrata; vacanze oltreoceano; rinnovo guardaroba; ristoranti extralusso; gioielli e pellicce alle prostitute. Sono volati 200mila euro mentre la crisi economica c'era veramente! Ciò sta a dire che Silvio era incompetente e in malafede ed ha gabbato, come me, milioni di italiani con quella tesi del cazzo! Rivoglio i miei soldi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media