Cerca

La festa non sarà un funerale

SILVIO MEDITA VENDETTA
"Farò un colpo di teatro"

Silvio Berlusconi

Visto da Benny

Delusione, rabbia, voglia di vendetta. Per mesi Silvio Belrusconi ha cercato di ricucire, pressato dai falchi da una parte e dalle colombe dall'altro, ha cercato fino alla fine di tenere insieme il suo partito. Ma poi si è arreso davanti a due fronti così granitici. Lo strappo è insanabile, la frattura troppo profonda tra l'ala del partito che vuole staccare la spina a Letta e quella che guidata da Alfano vuole invece mantenere l'appoggio al governo delle larghe intese. In un venerdì ad altissima tensione, il Pdl si rompe. Angelino Alfano annuncia la nascita del Nuovocentrodestra Italiano.I filogovernativi non hanno accettato le due condizioni proposte dai lealisti: creare un organismo collegiale per la guida di Forza Italia e per la   scelta dei candidati; discutere sulla linea da tenere il giorno della   decadenza del Cav in un apposito consiglio nazionale da tenere prima   del 27 novembre. 

Il piano - Berlusconi è già passato all'opposizione nonostante non nasconda la delusione per il tradimento di Alfano che considerava come un figlio. Decadenza e legge di stabilità: da qui parte la guerra della nuova Forza Italia. Sarà opposizione dura. A tarda sera, estenuato da una giornata sull'ottovalente, di contatti senza tregua, Silvio Berlusconi fa fatica a trattenere l'amarezza. "L'ho considerato come un figlio e ora mi sembra di parlare con un estraneo", si lascia sfuggire. A notte fonda rivede il suo discorso che terrà questa mattina davanti ai delegati del Consiglio nmazionale e avvisa: "Ora i traditori voglio vederli in faccia". Non è rassegnato, ma più combattivo e determinato che mai a fare un'opposizione dura. 

Il colpo di scena Come scrive Marco Gorra su Libero in edicola oggi, sabato 16 gennaio, Silvio Berlusconi subito dopo lo strappo del suo delfino si  è concentrato sul Congresso nazionale di questa mattina. Vuole evitare che la scissione preventiva di Alfano faccia perdere slancio all'appuntamento che sancisce la (ri)nascita di Forza Italia. Non vuole che la festa si trasformi in funerale. Per questo ha pensato tutta la notte a un colpo di teatro per superare il botto più grosso. Quale sia il colpo di teatro è ancora avvolto nel mistero. Potrebbe essere l'annuncio della discesa in campo della figlia Marina, chi dice che invece annuncerà la discesa in campo di un un volto "giusto" della società civile cui conferire l'investitura e chi scommette invece che sarà daro via al ricambio generazionale dopo le operazioni di scouting delle scorse settimane. 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alpaio

    16 Novembre 2013 - 14:02

    Lei dice,a proposito del colpo di stato di Pinochet:"....con relativa impiccagione o fucilazione dei traditori opportunisti, passati al nemico". Lei dimostra una crassa ignoranza della Storia, poiché attribuisce la diserzione alle vittime del carnefice, che viceversa (lui sì traditore) era nientemeno che il Ministro dell'Interno dell'Eroe Allende, Presidente con libere elezioni democratiche. Stia perciò molto tranquillo e si documenti prima di vomitare insulti e provocazioni. I provocatori "No pasaran"! Con paziente e serena presenza di testimonianza, senza dare adito ai Suoi sfoghi contro tutto quello che turba le Sue certezze senza basi di documentazione.

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    16 Novembre 2013 - 13:01

    vedi fearofthedark, Tobyyyyyy è il figlio del colonnello della guardia del corpo del Duce, quell'altro macellaio, e se ne vanta pure. senza contare che il caro paparino doveva essere un immenso cogline come il figlio, data la fine che ha fatto Mussolini. sono solo dei TRINARICIUTI di destra, teleguidati dal tubone catodico del nano delinquente... come ebbe a dire Montanelli...

    Report

    Rispondi

  • nellomaceo

    16 Novembre 2013 - 12:12

    Alfano nella sua Sicilia può prendere solo pernacchie invece dei voti.Schifani e gli altri traditori rimaranno a terra giacchè non sono nessuno senza Silvio.Addio eredi di Fini,di certo sparirete.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    16 Novembre 2013 - 12:12

    Si compagno magno, traditore come tu bugiardo, vuoi far credere a chi legge le tue stronzate, che hai creduto a Berlusconi quando invece sei un delinquente comunista dei centri sociali, sicuramente stipendiato ad articolo, ubriaco e strafatto di droga, per cui, devi rintanarti a ffanculo ed in silenzio nella tua tana comunista....!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog