Cerca

L'intervista

Fratelli d'Italia, Crosetto: "Alfano complice di un governo disastroso

A Roma il raduno Fratelli d'Italia. L'ex sottosegretario: "In Europa non andrei col PPE. Nuovo Centro destra? Appoggia governo disastroso”

Fratelli d'Italia, Crosetto: "Alfano complice di un governo disastroso

 C'è il pienone al Teatro Sistina di Roma. Sotto una grande immagine di Rugantino si affolla il popolo di FdI per Officina per l'Italia pronto a seguire i molti relatori che si susseguono sul palco, tra gli altri anche Gianni Alemanno. Giorgia Meloni, da padrona di casa, ne ha davvero per tutti: dalle “palle d'acciaio” di Letta che, secondo Giorgia, il primo ministro avrebbe tirato fuori con gli italiani e non con l'Europa dei poteri forti, al ruolo dell'Italia nell'UE: “ci chiamano maiali, ma maiali di cosa? Siamo la nazione che più contribuisce in Europa e che parteciperà anche alla creazione di un fondo salva stati, versando miliardi di euro, e al quale non potremo attingere. “Poi, l'affondo su AN e FI: “in un tempo in cui tutti sembrano voler rifare qualcosa di passato, a noi piacerebbe costruire qualcosa di nuovo”. E di nuovo parla anche Guido Crosetto

Impressioni sulla giornata?

Positive. Futuro, speranze, progetti, non parliamo di sigle o di spaccature anzi è un invito (il nostro) a riunire tutte le forze di centro destra su una strada che dia speranza al Paese.

Forza Italia e Nuovo Centro Destra: come ha vissuto la scissione?

Con tristezza perché persone che considero ancora amici hanno appoggiato un governo che io reputo disastroso e perché Berlusconi si è messo nelle mani di una parte del Partito che non è stimata.

Una settimana fa Alleanza Nazionale ieri Forza Italia: stiamo tornando al pre bipolarismo?

Assistiamo ad una crisi che spero sia positiva nel panorama del centro destra italiano, ovvero che dalla scomposizione si possano creare dei soggetti credibili forti che parlano dei problemi del Paese e non di se stessi.

Europee: col PPE o con Le Pen?

Fosse per me non andrei con il PPE. Questo non significa andare con Marine Le Pen, ma considero la politica del PPE degli ultimi anni a guida Merkel distruttiva per l'Europa e per l'Italia.

di Marco Petrelli

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • primus

    18 Novembre 2013 - 14:02

    Posso solo vedere con disprezzo come questi cercano di cavalcare un momento della politica italiana. Non contavano niente, continuino a non contare niente per la destra

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    18 Novembre 2013 - 08:08

    se pensiamo che hanno fatto un partito per prendere i rimborsi elettorali..

    Report

    Rispondi

blog