Cerca

Il fustigatore catodico

Brunetta contro gli alfaniani in tv: "Troppe presenze"

Sul "Mattinale", il documento che scrive ogni mattina, nel mirino le comparsate dei cosiddetti "Cugini d'Italia"..."

Brunetta contro gli alfaniani in tv: "Troppe presenze"

Una formazione appena nata, ma molto televisiva. Renato Brunetta, colonna della rinata Forza Italia e impiegabile osservatore delle presenze politiche in tv (specie se in Rai), manda la prima - bonaria, ma pungente - frecciata ai colleghi del Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano. E lo fa attraverso il Mattinale, la nota politica redatta dallo staff del gruppo FI alla Camera e da lui diretta. Qui, con estremo puntiglio, Brunetta annota quali colombe sono comparse in tv, e su quale emittenti, nel fine settimana che ha seguito la scissione del gruppo Pdl. "Siamo solo ai primi giorni di vita di questo nuovo raggruppamento politico - è la conclusione della nota - e ci sembra già, almeno dal punto di vista delle presenze catodiche, molto organizzato". Il sottotesto è: ancora non siete nessuno, non pensate di poter passare mattino e sera a discettare di massimi sistemi in tv senza che io me ne accorga.

Chi, dove, quando - "Nel weekend appena concluso - si legge sul Mattinale - è stato tutto un fiorire di apparizioni tv. I 'Cugini d'Italia', cosi' appellati scherzosamente dal presidente Berlusconi, si sono andati moltiplicando non solo su tutti i telegiornali, ma anche nelle trasmissioni di approfondimento, o intrattenimento". E allora ecco la lista (dove compaiono le primelinee del nuovo gruppo, ma anche ufficiali di complemento) stilata dall'occhio vigile di Brunetta e da quelli dei suoi collaboratori: "Sabato 16 novembre, TG1 ore 13.30, brevi interviste video a Sacconi, Lupi, Lorenzin. Sabato 16 novembre, TG1 ore 20.00 - si legge -, secondo servizio dedicato al Nuovo Centro Destra, brevi interviste video a Costa, Pagano, Vignali. Sabato 16 novembre, Maurizio Lupi ospite a Che tempo che fa. Sabato 16 novembre, TG2 ore 13.00, in servizio dedicato agli alfaniani breve intervista alla Lorenzin, a Naccarato, a Formigoni, Lupi, Cicchitto. Sabato 16 novembre, TG2 ore 20.30, secondo servizio dedicato alla conferenza stampa di Alfano, con estratti video delle sue dichiarazioni. Domenica 17 novembre, TG1 ore 13.30, servizio su Consiglio Nazionale Forza Italia e gruppo Nuovo Centro Destra, al termine del servizio intervista video al senatore Andrea Augello - e ancora -. Domenica 17 novembre, Maurizio Lupi ospite de L'arena di Domenica In, condotta da Massimo Giletti; gli altri ospiti erano Antonio Polito, Pennacchi, Ernesto Carbone, Tramontano. Domenica 17 novembre - termina l'elenco -, TG1 delle ore 20.00, servizio interamente dedicato ad intervista ad Alfano di 2 minuti e 20 secondi. Domenica 17 novembre, L'Intervista di Maria Latella su SkyTg24, ospite Renato Schifani".

Amici come prima (forse) - Il Mattinale è chiaro: quelli del Nuovo Centro Destra rimangono potenziali alleati per le prossime chiamate alle urne, quindi vanno considerati amici. "Il presidente Berlusconi è stato chiaro al riguardo - si legge nella nota -: il gruppo Nuovo Centro Destra farà parte della coalizione dei moderati, pertanto - è il monito ai forzisti -, da parte degli esponenti della rinnovata Forza Italia non verrà scavato un solco che sarebbe poi difficile da rimuovere e che potrebbe ancor più dividere il cammino politico". Però Brunetta, fustigatore dei palinsesti tv sbilanciati troppo a sinistra, mette subito le carte in chiaro con le colombe: non pensate di monopolizzare gli schermi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    19 Novembre 2013 - 09:09

    Questo giornale é schierato perché riporta dei FATTI mentre gli altri parlano per intervento divino? Mah... Comunque é bene che si sbraccino per avere molta visibilità queste colombe... a botta fresca li intervistano tutti ma quando saranno solo dei gregari di Letta spariranno dalle scene e sarà l'opposizione a tenere campo.

    Report

    Rispondi

  • eaman

    19 Novembre 2013 - 04:04

    Si noti che questa osservazione si trova appunto su uno dei giornali di partito di proprieta' del suo padrone.

    Report

    Rispondi

  • fabiou

    18 Novembre 2013 - 19:07

    che schifo l italia. tutti pronti a leccare il sedere al forte di turno. ci penseranno le urne a stabilire i veri rapporti di forza

    Report

    Rispondi

blog