Cerca

L'immagine di Forza Italia

Berlusconi: le selezioni per le facce nuove
Nomi, curriculum

L'imprenditrice Federica Guidi

Silvio Berlusconi vuole cambiare anche le facce del partito. Il casting è cominciato.E ieri, lunedì 18 novembre, a Villa Germetto il Cavaliere ha incontrato 120 aspiranti volti nuovi a cui lui ha parlato per due ore. Li ha intrattenuti con barzellette suui "giovanotti come Cicchitto e Formigoni". Accompagnato da Marcello Dell'Utri che ha "reclutato" i giovani nei vari circoli, Silvio ha parlato dell'Italia e del futuro del centrodestra senza mai attaccare Alfano anzi, riservando al suo ex delfino parole quasi di tenerezza.

I requisiti -  La carica dei 120 aspiranti dirigenti della nuova Forza Italia, tutti trentenni e quarantenni, hanno scelto la linea del silenzio: sono arrivati a bordo di un pullman con i vestri oscurati. Ieri sono state rappresentate solo 13 regioni quindi ci sarà un'altra "edizione" per coprire le restanti zone d'Italia e avere rappresentati che provengano davvero da tutto il territorio nazionale. Ma chi sono i centoventi? Intervistato dal Corriere della Sera, Marcello Dell'Utri non si è sbilanciato sulle caratteristiche dei "candidati". "Nom i nomi non glieli faccio. Che differenza fa? Sono uomini e donne anche con esperienze politiche nei consigli comunali". 

Il curriculum - Il Cavaliere ha in mano una lista di nomi, foto e curriculum (soprattutto manager e universitari) dei 120. Sarà lui stesso a ricontattare quelli che sceglierà. L'obiettivo è anche quello di trovare dei volti nuovi da mandare in televisione, per "ripulire" lo schermo degli esagitati. Pare che in questo senso sia cominciata già una "moral suasion" nei confronti dei veterani ad ammorbidire i toni. Il Cav vuole dare la precedenza ai volti nuovi che risultino più accattivanti e freschi degli habitués. Tra i giovani Berlusconi predilige il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo e l'imprenditrice Federica Guidi, figlia dello storico vicepresidente di Confindustria. Tra i "Vecchi" apprezza molto Osvaldo Napoli per il suo spirito polemico. Insomma la caccia al più telegenico è cominciata.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stonefree

    22 Novembre 2013 - 14:02

    certo con la guidi in prima linea sarebbe il massimo ,sono d'accordo serve gente nuova, non rissosa in tv, se poi ha anche esperienze politiche a livello locale tutto di guadagnato.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    20 Novembre 2013 - 12:12

    proprio come si usa nelle imprese private, assume carne fresca, presentabile, e possibilmente che costi poco. Che cosa ci si può aspettare da un imprenditore abile come lui?

    Report

    Rispondi

  • zuma56

    20 Novembre 2013 - 11:11

    Ma il prode Scajola che, con gran senso dello stato, sbeffeggiata il povero Biagi colpito dalle BR e, da ministro dell'interno, lasciava che Genova venisse messa a ferro e a fuoco che fine ha fatto ? Sarà mica a gettare informative riservate in anfore antiche o, magari, a godersi case comprate, poverino, a sua insaputa ?

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    19 Novembre 2013 - 13:01

    Berlusconi si è fatto ricco con le tv e quindi è radicato nei suoi pensieri, con la tv al centro del mondo. Invece non è così. I nuovi volti per la politica si possono trovare con un partito che funzioni, tesseramento tradizionale, congressi ogni due anni, gavetta e regole democratiche, senza scelte dall'altro ma lasciate , prima agli iscritti e poi agli elettori. Pubblitalia è una cosa, la politica un'altra.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog