Cerca

Rieccolo

Liberadestra, Fini: "Bravo Alfano, ricostruiamo il centrodestra"

L'ex leader di Fli si prepara a tornare in pista e fa un appello ad Angelino: "E' necessaria una ricostruzione". Poi si spella le mani per l'editoriale di Barbapapà

Liberadestra, Fini: "Bravo Alfano, ricostruiamo il centrodestra"

Non sono passati nemmeno sette giorni dalla scissione di Alfano e già Gianfranco Fini si presenta alla corte di Angelino. L'ex leader di Fli ora è al timone della "Fondazione Liberadestra". Ma il nuovo soggetto di Gianfry prende sempre più le sembianze di un partito. Così senza mezze parole, Fini "chiama" Alfano e gli chiede tra le righe un'alleanza.

"Grande Alfano" - "Solo il tempo potrà dire se il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano sarà tale non solo di nome ma anche di fatto. Nel senso che diventerà effettivamente l’architrave di uno schieramento rigenerato, competitivo, capace di sfidare il centrosinistra sul piano della visione di governo, della capacità riformatrice, dell’autorevolezza nello scenario europeo e internazionale. Le variabili sono numerose e non dipendono tutte dalla bontà o meno delle scelte dei singoli protagonisti, ma anche dalla tenuta generale del sistema, vale a dire della sua capacità di reagire al mare purtroppo montante del populismo. Va comunque dato atto ad Alfano e a tutti coloro che si sono rifiutati di salire sulla nave della rinata Forza Italia di aver dimostrato coraggio e senso di responsabilità", scrive Fini sul sito di Liberadestra. "Non è facile, in questo momento di forte collera sociale e di diffuse tendenze al radicalismo, dar vita a un soggetto politico che si propone di avvicinare il centrodestra italiano alla grande corrente del popolarismo europeo", aggiunge Fini. Insomma Gianfry strizza l'occhio ad Alfano e si prepara al gran ritorno.

"Bravo Scalfari" -  E tra le nuove "amicizie" di Fini c'è anche quella di Eugenio Scalfari. Gianfry pensa di aver trovato in Repubblica una sponda per il suo progetto politico e così fa l'elogio di "Barbapapà": "Nell’articolo di fondo uscito su “La Repubblica” domenica scorsa, all’indomani della scissione del Pdl, Eugenio Scalfari ha salutato positivamente l’evento parlando di “nascita di quella che noi chiamiamo la destra repubblicana”. L’autorevole editorialista ha dimenticato che la destra repubblicana già esiste da tempo in Italia. E possiamo essere certi che questa destra continuerà ad arricchire il dibattito politico nel nostro Paese". Gianfry ormai si aggrappa a chiunque pur di tornare in pista. Alfano non gli basta, vuole pure Scalfari...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peppino961

    27 Novembre 2013 - 17:05

    Peggio di un corvo, anzi un'avvoltoio dovresti sparire dalla faccia dell terra, sei solo un traditore che fa venire il vomito ! ma che pensi che a dx ci sia ancora qualcuno che abbia voglia buttare via il voto e se per sbaglio quel coglione di leccaculo di Letta dovesse provarci stai sicuro che farebbe la tua stessa fine cosa che secondo me farà sicuramente con te o senza !!! Devi morire bastardo traditore e giuda di merda !!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Ludwig47

    21 Novembre 2013 - 13:01

    di un disperato; senza senso, senza prospettiva, senza intelligenza politica, tutte con la stessa connotazione: la fantozziana piaggeria, così scoperta e squallida, che non gli servirà a nulla. Ma poi... perché parlare ancora di lui?

    Report

    Rispondi

  • Robinfood

    21 Novembre 2013 - 11:11

    In fondo la posizione di Fini è abbastanza prevedibile. La sua carriera politica è nata in un contesto sicuramente molto ideologizzato quale era il Movimento Sociale Italiano e le sue tesi sono state, per molti anni, determinate e definite da qual contesto, che oggi non esiste più a causa dei cambiamenti radicali che ha subito il quadro politico italiano. Cosa rimane a Fini, ma presto saranno nella sua situazione anche molti appartenenti all'area di sinistra, se non cercare una ricollocazione a <<fini>> personali? Dove non c'è più un quadro ideologico bisogna cercare soluzioni empiriche, cioè accasarsi. E Fini di case se ne intende.

    Report

    Rispondi

  • enzo1944

    21 Novembre 2013 - 10:10

    Sparisci per sempre,buffone e infame! Gli Italiani perdonano sempre,ma MAI GLI INFAMI TRADITORI!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog