Cerca

Vicepresidente della Camera

Si "dimentica" il grillino
Aggredita da 30 deputati 5 Stelle

Quasi-rissa tra i pentastellati e la piddina Marina Sereni, che aveva chiuso la seduta senza accorgersi dell'onorevole che doveva ancora parlare

Si "dimentica" il grillino
Aggredita da 30 deputati 5 Stelle

Urla, insulti, accuse. E la richiesta di acquisire i filmati di quanto accaduto poco prima in Aula. E' finita così, con una quasi-rissa in Transatlantico, la seduta di oggi a Montecitorio. Da una parte una trentina di deputati del Movimento 5 Stelle inferociti, dall'altra la deputata Pd e vicepresidente di Montecitorio Marina Sereni. Un quarto d'ora di tensione, con la Sereni difesa da alcuni compagni di partito che poi si sarebbe lasciata andare a un liberatorio "mi sono proprio rotta i coglioni...". Era successo che poco prima, intorno alle 14, la Sereni avesse messo fine al dibattito in aula, scordandosi che c'era ancora un deputato grillino iscritto a parlare. Da lì allo scontro il passo è stato cortissimo. E non solo per la nota tendenza grillina a evocare cospirazioni: già in precedena, in settembre e in ottobre, quando le era toccato sostituire la Boldrini, la Sereni aveva zittito o interrotto due deputati grillini: Carlo Sibilia e Manlio Di Stefano. Ma la "tenzone" sereni-5 Stelle era forse iniziata a distanza nel mese di maggio, quando nel corso di una puntata di Porta a Porta la vicepresidente della Camera aveva candidamente spiegato che no, il Pd non aveva mai avuto intenzione di andare al governo con i 5 Stelle. E che il corteggiamento a Grillo mirava soltanto all'ottenimento della fiducia nei confronti di un esecutivo a guida Bersani. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tuttialavorare

    22 Novembre 2013 - 10:10

    Siamo più che onesti:lei e un cazzone matricolato e senza alcuna possibilità di redenzione.La vedo scrivere delle stronzate madornali,senza avere la minima conoscenza del lavoro fatto in Parlamento,in Senato,nelle Regioni,nelle Province,nei Comuni e pure per strada da persone che hanno voglia di dare una ripulita a questo Paese gestito fino ad ora da puttanieri,drogati,faccendieri,pluri-indagati,pluri-condannati,mazzettari,servi delle banche,servi di altre nazioni,assassini(vale per chi si é suicidato per colpa di una mala gestio del Paese e della economia Nazionale),puttane,ruffiani,ladri e chi più ne ha,più ne metta.Si é mai chiesto come mai i nostri interventi,denunce e presentazione di emendamenti,non passino mai per le televisioni Nazionali? Forse perché metteremo in enorme imbarazzo la classe politica sopra citata?Forse perché chi gestisce i media nazionali(ndr segreterie di partito)se solo prova a trasmettere i nostri interventi,farebbe un grosso favore al nostro povero Paese?

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    22 Novembre 2013 - 09:09

    siamo onesti : si occupano solo di cazzate , dei rimborsi loro e di sputtanarsi fra di loro . Sono inutili, come ragazzini viziati: non servono a niente e fanno i capricci per cose idiote di cui a nessuno frega niente, solo a loro. Ma che vadano a giocare da un'altra parte, che costano un visibilio fra giochi e regali e cazzate. Via dai coglioni. Il movimento merita gente seria, altro che questi coglioni.

    Report

    Rispondi

  • tuttialavorare

    22 Novembre 2013 - 08:08

    Senti da che pulpito viene la predica, proprio da questo giornalino, che ha fatto della presunta cospirazione contro il loro padrone, una delle loro armi di disinformazione. Comunque, se la inutile impiegata (ndr Sereni) è una incapace (e pure faziosa), qualcuno deve avercela messa li, e non sono stati certo quelli del M5S.

    Report

    Rispondi

  • encol

    22 Novembre 2013 - 08:08

    Non vale un fico secco in più ci costa un patrimonio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog