Cerca

Tutta la paura del Cav

Berlusconi e la paura di finire in cella

Silvio Berlusconi

Il Cav in cella: visto da Benny

"Assurdità feroci quanto incosistenti", le motivazioni dei giudici di Milano della sentenza che lo ha condannato a sette anni per prostituzione minorile e concussione hanno ulteriormente convinto Silvio Berlusconi che stanno costruendo una trappola per mandarlo in cella. A soprenderlo non solo la coincidenza temporale: le motivazioni in cui lui viene indicato come "il regista del bunga bunga" e accusato di aver avuto rapporti sessuali con la minorenne Ruby in cambio di denaro, sono state depositate a pochi giorni dal voto in Senato sulla decadenza. Silvio teme le motivazioni soprattutto perché servirebbero a precostituire una richiesta di arresto che i giudici di Milano si appresterebbero a chiedere dopo la decadenza da senatore per il terzo troncone del processo-Ruby. 

Paura della cella - Un timore che cresce sempre più, perché il Cav vede comporsa l'una dietro l'altra le tessere di un mosaico. L'ex premier si concentra soprattutto sulla neonata Forza Italia, è in una fase positiva, di creazione. Se ne sta nel uso uffici in piazza San Lorenzo in Lucina ed è soddisfatto dai numeri dei sondaggi che lo vedono spiccare il volo, ma la data dle 27 novembre si avvicina e Berlusconi si aspetta il peggio. Ha paura di essere arrestato, quella su Ruby diventa (come lui stesso dice) "una bomba ad orologeria". Pronta a deflagrare. Perché dopo il 27 novermbre (salvo improbabili colpi di scena) non avrà più lo scudo protettivo dell'immunità parlamentare. C'è un'altra accusa che lo terrorizza è il reato di "corruzione di testimone" scritta nelle carte inviate dai giudici alla Procuira di Milano. Accuse che potrebbero costare un arresto per lui ma anche per i suoi legali Niccolò Ghedini e Piero Longo.Secondo l'accusa avrebbero spinto le 24 testimoni a mentire per difendere Berlusconi. A indagare c'è la temibile Ilda Boccassini...Ecco perchè adesso Silvio ha davvero paura di ricevere un mandato di arresto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    22 Novembre 2013 - 18:06

    Giurisprudenza di Cassazione "...non è necessario un contatto fisico... o congiungimento carnale ma sono sufficienti atti compiuti dietro pagamento e finalizzati a soddisfare la libidine di colui che ha chiesto o è destinatario della prestazione". Requiescat

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    22 Novembre 2013 - 18:06

    vediamola, allora, da un altro punto di vista: come mai una prostituta, in possesso del numero privato del Presidente del Consiglio (una battona, capisci? non un funzionario del Ministero), gli telefona mentre lui è all'estero in un incontro ad alto livello, per avvisarlo che la Ruby è stata fermata dalla polizia? E lui (nel pieno della notte!) telefona RI-PE-TU-TA-MEN-TE al commissariato per farla dimettere e la affida alla Minetti(non ad un funzionario degli Esteri!);la affida? i minorenni si affidano, non i maggiorenni. E cosa fa la Minetti? la scarica subito in affido ad una battona. Per voi bananas, questa vicenda rientra nella normalità delle cose? E poi vi lamentate se vi dicono che siete dei banana maldestri? ma come fate assere così maldestri?

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    22 Novembre 2013 - 18:06

    La solita giustizia a orologeria, sembra che lo facciano apposta questi magistrati di estrema ma molto estrema sinistra. Proprio oggi che avevo lavato il mio cane. Scommetto che se lavo anche l'auto mi indagano La Russa per i soldi presi da Ligresti...

    Report

    Rispondi

  • afadri

    22 Novembre 2013 - 18:06

    Tanta gente qui fa casino. Voglio solo ricordare che Berlusconi è un uomo politico che guida un paese importante. Queste cose, così cretine, non si possono fare. E qui sta la questione. Per cortesia, basta con queste prese di posizione. Guardate chein altri paese civili con uno scandalo dietro l'altro sarebbe già in galera da molto tempo. Lui invede gode del potere che gli italiani gli hanno conferito. Sì ma non quello di fare il pubblico puttaniere.!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog