Cerca

"Basta tasse, altrimenti..."

Letta: "Basta tasse, o Grillo arriva al 51%"

Beppe Grillo

Grillo sul palco a Parma

Si è risvegliato antieuropeista, Enrico Letta. Ha spiegato che "di solo rigore si muore" e, ai tedeschi, ha detto che "l'Italia ha fatto i compiti a casa". Quindi ha tuonato: "Basta con le tasse e con i tagli". E argomentando il suo "no" all'oppressione fiscale, il premier ha contestualmente ammesso il fallimento totale delle larghe intese. "Se si continua con tasse e tagli, Grillo va al 51 per cento". Una sorta di requiem per il suo governo, destinato - se continua su questa strada - a far trionfare il guitto ligure. Poi su Berlusconi: Letta ha detto che con la scissione del Nuovo Centrodestra "non è più un pericolo". Quindi una battuta su Matteo Renzi: "Siamo amici e collaboreremo, anche perché il Pd ha imparato la lezione e ha capito che non può più permettersi di collassare per gli scontri interni". Il premier, insomma, ostenta sicurezza. Si sente sicuro, tranquillo. Ma, di fatto, ha ammesso che l'unico risultato tangibile del suo governo sarà quello di far trionfare Grillo e i grillini.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • swiller

    02 Dicembre 2013 - 11:11

    Speriamo forse cominceranno a mandare a casa tutta questa masnada di papponi incompetenti.

    Report

    Rispondi

  • vangalesta

    24 Novembre 2013 - 10:10

    Dio volesse, se non altro per vedere sprofondare nella merda tutta la vecchia e indecente politica !!!

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    24 Novembre 2013 - 10:10

    dico una bestemmia,avrei piacere vincesse grillo ma solo per mandare a lavorare in miniera ,napolitano ,grasso,boldrini,la gorilla,bindi,letta ,alfano cicchito,lupi,schifani e poi murarli dentro,con i soldi risparmiati si risanerebbe L?ITALIA

    Report

    Rispondi

  • ralph

    23 Novembre 2013 - 15:03

    Quindi per lui il problema delle tasse è solo legato al mantenimento del suo potere e del suo cadreghino non quello di non spremere ulteriormente gli italiani! Un evidente lapsus freudiano su quello che è l'unico interesse dei politici.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog