Cerca

Verso il voto

Forza Italia, i sondaggisti: "Berlusconi con tasse e euro può vincere"

Silvio Berluscon

Silvio Berlusconi

Euro e tasse. E' questo il programma elettorale di Silvio Berlusconi. Con il governo Letta sempre più risicato nei numeri e sempre più stretto tra un Renzi che scalpita e un centrodestra che corre, Forza Italia si prepara alla campgna d'inverno puntando alle urne per il 2014. In primavera c'è già l'appuntamento per le europee, ma se gli eventi a palazzo Chigi dovessero precipitare in anticipo ecco allora che Silvio, decaduto, sarebbe pronto a guidare la battaglia per le poletiche anche fuori dal Parlamento. Col V-Day di Grillo e con le primarie per la segreteria del Pd tira già aria di voto. I sondaggisti hanno un parere unanime: "Berlusconi non è finito, anzi può battere il centrosinistra". Dopo la decadenza lo zoccolo duro di Silvio non si è disperso.

Forza Italia cresce - Forza Italia è passata in poche settimane dal 16 per cento al 20 e in coalizione con Alfano può arrivare anche al 27,8 per cento. Più del Pdl pre scissione. E i venti di crisi soprattutto sul fuoco dell'Imu e delle tasse fanno bene a Silvio. "Più sale la conflittualità, più l'opinione pubblica sente la necessità di identificarsi. La vicenda della decadenza sepuur negativa ha rafforzato l'identità di Forza Italia e Berlusconi", spiega al Fatto Quotidiano Carlo Buttaroni presidente di Tecnè. Dello stesso parere è Roberto Weber di Ixè che avvisa: "Le variabili in campo per il prossimo voto sono tante. Le variabili sono tante: il Pd che si rinnova, Berlusconi leader extra parlamentare e Grillo che non è più una novità".

Nuovi leader - Insomma da queste circostanze Silvio potrebbe avere dalla sua parte il fatto di stare fuori dai giochi di partito e libero da impegni di maggioranza o di larghe intese. Nicola Piepoli però vede bene anche gli elementi innovativi: "Nuovi leader spuntano a sinistra, ma di bravi ce ne sono anche a destra, Alfano non è da sottovalutare". Ma Angelino sa bene che senza Berlusconi potrebbe non farcela. Ed è per questo motivo che Silvio e soprattutto i suoi fedelissimi lo richiamano all'ordine dopo le aperture verso Renzi. Angelino può vincere solo insieme al Cav. E questo lo sa...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    02 Dicembre 2013 - 08:08

    e la sinistra in Parlamento lo aveva capito nel momento della buffonata della decadenza: tutti in silenzio (per rispetto dicevano i falsi) : ma che rispetto? avevano paura perche' "mo' so' ca$$i" testuali parole dei sinistri imbecilli. A sinistri... bisogna vincere coi voti, non coi mezzucci della giustizia a vanvera: non funziona, capito? Solo il voto funziona. Cretini.

    Report

    Rispondi

  • carbone_franco

    02 Dicembre 2013 - 07:07

    e si, perché gli itagliani sono dei creduloni, altrimenti quel'individuo non dovrebbe piû far parte della scena politica italiana, a messo a socquadro un paese, al'orlo del fallimento, gli altri hanno messo 2 anni e non senza sacrifici dalla parte degli italiani tutti, ed adesso arriva silvio e promette meno tasse, uscita dall'euro e la povera gente ci crede. e no belli miei non sarà cosi, perché in tutti i paesi del mondo i servizi bisogna pagarli!!! e silvio non é certo un mago per far sparire le tasse, ne abbiamo visto il risultato con la soppressione dell'ici. allora dico SVEGLIATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • encol

    02 Dicembre 2013 - 07:07

    questa volta i suoi elettori chiedono che la priorità sia: Fare pulizia VERA, chi ha superato 2 legislature a casa e non avrà altri incarichi pubblici. Una sola camera con 250 deputati, e riduzione dei parlamentari TUTTI stato e regione. Eliminazione delle province con la formazione di maxi regioni.Riduzione dei compensi a euro 4000/mese netti. Eliminazione dei vitalizi dalla loro introduzione. Eliminazione del finanziamento pubblico ai partiti e restituzione di tutto quanto ricevuto dalla data del referendum abrogativo. Vendita degli immobili dello stato inutili e costosi. Richiamare i militari in missione estero e riduzione dell’esercito del 50%. Riforme SUPERURGENTI di giustizia e sanità, in questi settori non si entra con punteggio di laurea inferiore a 80/100 e solo dopo concorso VERO. Il medico di base deve essere in possesso di specializzazione VERA chi non rientra in questi parametri si deve riqualificare altrimenti cambi mestiere. Accesso facilitato al credito per le P.M.I.

    Report

    Rispondi

  • carlex

    02 Dicembre 2013 - 04:04

    Beh che c'e' di strano??? Cari Sinistrati, sinstronzi, e sinistri individui vari... rassegnatevi SILVIO vincera' ancora pero' questa volta, che sara' veramente l'ultima, viste le esperienze passate gia' trascorse e conoscendo i vostri gentili modi di abbattere gli avversari utilizzando di tutto di piu (magistratura ecc ecc), stavolta dicevo, saremo piu' forti di sempre e porremmo tutti i vostri luridi strumenti da parte... fintanto che si rimette in piedi il paese voi compresi... quindi silenzio e rassegnazione !!! Forza Silvio e al VOTO SUBITO !!! Basta governi dello stracazzo e basta anche a Napolitano, che venga destituito, e vada a fare il nonno rosso che magari a natale lo scambiano per BABBO....

    Report

    Rispondi

blog