Cerca

La sentenza

Milano, Santanchè condannata per la manifestazione anti-burqa

La "Pitonessa" ha preso parte ad una manifestazione "anti-burqa" non autorizzata nel 2009. Dovrà pagare un'ammenda di 1100 euro, ma sarà anche risarcita dal suo aggressore

Daniela Santanchè

Daniela Santanchè

Alla fine anche Daniela Santanchè è stata condannata. La Pitonessa è finita nel mirino delle toghe e ora dovrà pagare di tasca sua un'ammenda per una manifestazione "anti burqa" del 2009. Il giudice di Milano l'ha condannata a 1.100 euro di ammenda per aver organizzato una manifestazione non autorizzata a Milano in occasione della cerimonia di chiusura del ramadan. La linea delle toghe era chiara sin dall'inizio del procedimento. I pm per la Santanchè avevano chiesto anche un mese di reclusione. Ma grazie alle attenuanti, la Pitonessa ha evitato la condanna ad un mese di carcere. Ma nello stesso procedimento, la Santanchè è anche dall'altro lato della sbarra in quanto vittima di un'aggressione da parte di un egiziano proprio durante quella manifestazione.

"Trattata come una blac bloc" - La sentenza così è "a due facce". Nelle sue vesti di parte offesa, invece, a suo favore il giudice ha disposto un risarcimento di diecimila euro che dovrà versale El Badry, a sua volta condannato anche a una multa di 2.500 euro per il reato di lesioni. Nella sua veste di imputata il giudice monocratico l’ha condannata a quattro giorni di arresto e a cento euro di ammenda, con il riconoscimento delle attenuanti generiche. Pena che, tuttavia, è stata sostituita con una ammenda di 1.100 euro. I fatti si erano svolti il 20 settembre 2009 a Milano in occasione della cerimonia di chiusura del Ramadan. La Santanchè non ha preso bene la condanna: "E' proprio vero, la legge è uguale per tutti. Oggi mi hanno trattato come un militante dei centri   sociali, un No Tav, un black bloc". "Poi vorrei ricordare che accanto a me c’era quel fondamentalista che si è poi fatto esplodere alla caserma Perrucchetti". Infatti tra i partecipanti ai disordini nei quali era rimasta coinvolta l’onorevole Santanché, in occasione della preghiera per la fine del Ramadan, anche il libico Mohamed Game, l’attentatore della caserma di via Perrucchetti a Milano, riconosciuto dalla Digos proprio in alcune immagini della manifestazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • white warrior

    05 Dicembre 2013 - 06:06

    Quindi, laddove le manifestazioni non autorizzate sono una regola non scritta osservata dalla magistratura (che sta a guardare o partecipa moralmente)da elevare alla dignità costituzionale, a essere sanzionata tocca a chi manifesta a favore delle donne e per la difesa delle nostre regole giuridiche contro un'immigrazione che si porta appresso il burqa, la poligamia e la sharya, con i suoi tribunali islamici che, sai che gli fa, la Coatituzione, il nostro sistema giuridico e il III l''ordine' dello Stato! Ah, mi raccomando: non manchiamo di rispetto all'onorabilità onomastica dei black bloc, che mettono a ferro e fuoco tutto ciò che incontrano sul loro cammino, non solo quando la maniestazione non è autorizzata, ma anche quando lo è! on questi giudici black bloc in pectore, i sinistri possono dormire sonni tranquilli. Il sonno della ragione, genera piccoli mostriciattoli, visto che, di ragione, neanche l'ombra, scherzi di natura e di presunta cultura.

    Report

    Rispondi

  • kobra1

    04 Dicembre 2013 - 12:12

    Rispetto alle dichiarazioni rilasciate per la sua condanna, "la signora dei greghi" allorchè ha denunciato di essere stata paragonata ai black bloc ha pronunciato "black box", cosa non riportata da Libero tantomeno dal Giornale. Infatti lei è più incline al botox

    Report

    Rispondi

  • kobra1

    03 Dicembre 2013 - 12:12

    La pitonessa non ha criticato il burqa, bensì ha fatto la matta, che è altra cosa.

    Report

    Rispondi

  • drjekill

    03 Dicembre 2013 - 09:09

    che chiedesse l'autorizzazione prefettizia come tutti i comuni mortali, ma siccome è una sguattera del frodatore pregiudicato credeva che per averla bastasse urlare nelle orecchie al Prefetto per telefono. Toglieteci sta "signora" dai co...ni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog