Cerca

La mossa

Napolitano vede Letta: "Fiducia
già la prossima settimana"

Il Colle: "Bisogna segnare la discontinuità". Dopo il voto sulla stabilità il governo va alla conta per capire su quali basi può affrontare il 2014

Enrico Letta e Giorgio Napolitano

Enrico Letta e Giorgio Napolitano

Il premier Enrico Letta è salito al Colle per incontrare Napolitano per discutere su quando si terrà la verifica della maggioranza chiesta da Forza Italia. Napolitano e Letta hanno deciso di chiedere la nuova fiducia alle camere il prossimo 11 dicembre. "Entrambi hanno ribadito - informa una nota del Quirinale - il convincimento che l’approvazione da parte del Senato della legge di stabilità ha confermato la permanenza del rapporto fiduciario anche nella nuova situazione politico-parlamentare venutasi a determinare". La nota sottolinea anche che si è "convenuto sulla opportunità di un sollecito passaggio parlamentare che consenta di prospettare indirizzi e contenuti dell’attività di Governo, segnando la discontinuità intervenuta tra la precedente e la nuova maggioranza, esigenza sottolineata in particolare dalla delegazione parlamentare di 'Forza Italia' nel corso dell’udienza del 28 novembre scorso. Tale passaggio non può che assumere i caratteri di un dibattito sulla fiducia. Il Presidente Napolitano ha quindi invitato il Presidente del Consiglio a concordare con i Presidenti delle Camere tempi e modalità del dibattito, che potrà svolgersi già durante la prossima settimana, pur essendo tuttora in corso la sessione di bilancio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gicchio38

    04 Dicembre 2013 - 08:08

    MAMMA MIA HO PAURA SOLO A GUARDARE QUEI DUE BRUTTI MUSI DI .......... LUIGI TAURO

    Report

    Rispondi

  • blu521

    03 Dicembre 2013 - 19:07

    Impossibile. Il Governo cade l'8. Per lo meno così dice la biancofiore (miss 3%)

    Report

    Rispondi

  • alejob

    03 Dicembre 2013 - 12:12

    Il signore del colle fa da padrone sul nostro paese, senza il benestare del POPOLO. Lui è un fantoccio del governo, non un presidente degli Italiani, dal momento che nessun Italiano lo ha votato. Non può decidere il volere degli Italiani perchè non ha il potere. Si è assunto volontariamente questa carica, che non è ben recepita dalla maggioranza degli italiani. Basta, PORCELLUM O NO, andiamo a votare e se dalle urne asce ancora un voto come il precedente vuol dire che tutti gli Italiani sono degli STRONZI. NON si può giudare un carro quando uno vuole andare a destra ed uno a sinistra. E' ora che i Cittadini di questo paese si decidono dove andare e con CHI.

    Report

    Rispondi

blog