Cerca

Un Vietnam romano

Forza Italia, il piano per battere Letta

Silvio prepara il suo piano per l'opposizione. Regole e istruzioni ai forzisti per far cadere l'esecutivo e andare al voto

Silvio Berlusconi visto da Benny

Silvio Berlusconi visto da Benny

I sondaggi danno Forza Italia in continua ascesa, il governo Letta - nonostante la "blindatura" dovuta alla bocciatura del Porcellum - ha una maggioranza risicata, risicatissima. Così Silvio Berlusconi e i suoi fedelissimi suonano la carica in vista della manifestazione di domenica 8 dicembre, in concomitanza con le primarie del Partito democratico. Si parte da una curiosità, che dimostra lo spirito con cui gli azzurri si preparano alle prossime battaglie: oltre al nome (Forza Italia), torna anche il kit del berlusconiano doc. Alla kermesse di Roma, infatti, verranno distribuiti spillette, gadget e materiale utile per fare propaganda al nuovo partito. Una vecchia tradizione per nuovi obiettivi, che il Cavaliere vuole raggiungere rinnovando la sua squadra (una decisione che, però, ha indispettito e non poco i colonnelli).

Il piano - Oltre alle curiosità, però, ci sono le strategie politiche, messe nero su bianco nel Mattinale, la newsletter forzista ideata da Renato Brunetta e che, ora, di fatto, giorno dopo giorno, detta la linea al partito. Nell'ultimo Mattinale vengono scritte tutte le norme di comportamento per i parlamentari di FI. Nel dettaglio si spiega: "La maggioranza non è ampia. Se l'opposizione molliccia del Movimento 5 Stelle vota con noi possiamo batterla. Se non lo fa, si conferma un'opposizione di cartapesta". Poi viene spiegato il piano: "Se però la maggioranza sarà costretta a precettare i senatori a vita sarà già una vittoria. Se Letta si "prodizza", la fine del suo governo è finita". 

Appello all'unità - E per "prodizzare" la maggioranza, ove possibile, è necessario votare contro l'esecutivo e insieme al movimento 5 Stelle. Una strategia che, prima o poi, darà i suoi frutti: mettere in minoranza il governo e spingerglo verso una crisi che, Porcellum non riformato oppure no, lo delegittimerebbe ulteriormente. Infine, nel Mattinale, c'è un ulteriore richiamo all'unità del partito, minata dalla recente scissione ma anche dai dissidi emersi nei primi giorni di questa Forza Italia 2.0: "Occorre fare gruppo e non lasciare soli i nostri amici", viene spiegato. Infine, si chiede di fare attenzione agli autogol: "Fanno più male loro che dieci brillanti azioni di attacco degli avversari".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gitex

    08 Dicembre 2013 - 18:06

    e centro vogliono mandare a casa il governo barzeLetta; orbene stabilito che questo è un governo di incapaci ed ignoranti, "tassaiolo" come mai nessun altro tranne forse quello di falliMonti, mi si dovrebbe spiegare la destra e la sinistra come farebbero a fare un governo. Secondo me nessuna coalizione arriverebbe al 50% e quindi? ancora le larghe intese? che poi, sa fatte bene, non sarebbero male. Funzionano in Germania ed altri paesi perché qui non dovrebbero funzionare? certo, bisogna anteporre il Paese ai propri meschini interessi. Il che è quasi impossibile.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    07 Dicembre 2013 - 08:08

    Con le primarie si sceglie; senza primarie ci si deve accodare a quello che vuole il padrone. FI é un'accozzaglia di servi, dietro un condannato

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    06 Dicembre 2013 - 18:06

    Ma, poi, faccia i piani ma lui é ''OUT''

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    06 Dicembre 2013 - 18:06

    a parte i tuoi sconclusionati scritti, ti vorrei fare notare che non c'è mai stato un Governo Occhetto in questo paese... COGLIONE!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog