Cerca

Pd alla svolta

Dalla Serracchiani a Lotti
Ecco la squadra di Matteo
che cambia anche sede

Deborah Serracchiani

Deborah Serracchiani

Matteo Renzi è il nuovo segretario del Pd e così a Roma il sindaco presenta la segreteria. Questa la squadra: "Luca Lotti va all’organizzazione, Stefano Bonaccini agli Enti locali, Filippo Taddei responsabile Economia, Davide Faraone a Welfare e Scuola, Fracnesco Nicodemo alla Comunicazione, Maria Elena Boschi alle riforme, Marianna Madia al Lavoro, Federica Mogherini all’Europa, Deborah Serracchiani alle Infastrutture, Chiara Braga all’Ambiente, Alessia Morani alla Giustizia, Pina Picierno alla Legalita? e sud, e Lorenzo Guerini portavoce della segreteria", ha spiegato Renzi. 

Il tutto in una drastica riduzione dei costi, con in prospettiva un partito che non prende più il finanziamento pubblico. Di qui, rivela il Messaggero, le voci insistenti su un imminente cambio di sede: non più la costosa Sant'Andrea delle Fratte, ma più modestamente gli uffici di via Tomacelli, ex sede Pdup. Tra i suoi non manca chi avrebbe preferito tappe meno serrate. Sarebbe stato meglio, ha spiegato un parlamentare vicino al sindaco di Firenze, aspettare intanto l’assemblea nazionale che domenica ratificherà l'elezione a segretario. E qualche giorno in più avrebbe consentito a Renzi di discutere con maggiore agio da subito con il premier il 'patto' che, e il sindaco di Firenze lo ha preannunciato, sarà messo a punto entro gennaio. Di certo, tutto dovrà avvenire alla luce del sole, è il consiglio che in molti danno a Renzi sapendo di sfondare una porta aperta. Niente vertici segreti, niente 'tunnel'. Tutto dovrà essere trasparente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papik40

    09 Dicembre 2013 - 16:04

    Il Prof non ha risentimenti verso nessuno! Gli bastano quelli che ha verso se stesso quando si fa l'esame di coscienza!

    Report

    Rispondi

  • Davylife

    09 Dicembre 2013 - 16:04

    Il suo voto è stato determinante, pare. Prodi (non si profilerà altra trombata!!) PRO-DI, PRO-DI, PRO-DI, non suona bene come (RO-DO-TA) ma si può fare.

    Report

    Rispondi

  • Coste fredde

    09 Dicembre 2013 - 15:03

    La cosa sensazionale dell'Italia è che ha ora un premier sostenuto apertamente solo dai parlamentari di NCD e Scelta Civica. In sostanza, da quattro gatti (Dudù è con Forza Italia...). Ah, dimenticavo, anche il Presidente della Repubblica sostiene l'attuale Premier. E quindi anche quei Piddini, che criticano Letta a tutto spiano, gli rinnoveranno la fiducia. Renzi è molto ambizioso e potrebbe invertire questo schema. Se non ci riesce, si perde, e l'anno prossimo avremo un nuovo leader del PD:

    Report

    Rispondi

  • saritaboni

    09 Dicembre 2013 - 14:02

    Uno sputacchia mentre parla, l'altra sibila. Quando prendono pallino non li ferma piu' nessuno. Uno scaracchio di qua, una spruzzata di saliva di la'. Ormai solo Vendola li batte in quanto a sputacchiate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog