Cerca

Fine di un'epoca

Primarie Pd, a Foggia vince Scalfarotto, battuto D'Alema

Primarie Pd, a Foggia vince Scalfarotto, battuto D'Alema

Sconfitta totale per Baffino. Non solo il suo candidato alle primarie Pd, Gianni Cuperlo, è stato asfaltato dall'arcinemico Matteo Renzi (50 punti percentuali di differenza a favore del sindaco di Firenze: le urne dicono 68 per centeo dei voti al Rottamatore contro i 18 dell'ingessato delfino dalemiano), ma lo stesso Massimo D'Alema ha subito l'onta della sconfitta. Per di più in casa. Nel seggio di Foggia (nella stessa Puglia di cui è originario l'ex premier diessino), il leader Maximo era candidato nelle liste cuperliane, mentre a fargli concorrenza in quelle renziane c'era il pescarese deputato Ivan Scalfarotto. In altri tempi non ci sarebbe stata storia, ma siamo ai titoli di coda di un'epoca dirigenziale. Lo spoglio consegna il 47, 2 per cento dei voti a favore di Scalfarotto, contro i 28,9 per D'Alema. In pratica, Baffino è stato rottamato al centro del partito, alla sua periferia, e pure in casa propria. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    10 Dicembre 2013 - 10:10

    adesso vogliamo sapere la Bindi e la Finocchia-ro che quando prendono batoste spariscono si defilano e si chiudono in un religioso silenzio, per ritrovarcele dopo qualche mese con le acque chete, come se nulla fosse successo a sparere le solite cazzate, e a ricoprire qualche asssurda quanto inutile e costosissima caririca!!!

    Report

    Rispondi

  • AlexFG

    10 Dicembre 2013 - 09:09

    è stato bellissimo vedere la piazza completamente vuota, dove questo inutile parassita della società parlava per spalleggiare il suo pupillo. Snobbiamo la politica finchè non faranno qualcosa di veramente serio e sopratutto finchè tutti i vecchi porci schifoso non andranno via.

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    10 Dicembre 2013 - 09:09

    il lider max ha bruciato molte pedine ed e` sempre rinato con un altro agnello sacrificale. Chi aveva proposto Mortadella per due volte e poi bruciato ?, chi ha proposto lo smacchiatore ? adesso padre Ralph ? bruciato anche lui. Lo sanno tutti che dietro c'e` il lider max ma ufficialmente quelli bruciati sono gli altri e non lui. E` una strategia ormai consolidata e conosciuta: esporre gli altri e reclamare il merito se tutto va bene, dichiararsi estraneo se tutto va male. E` un volpone ! ma ormai troppo scontato ! solo i bambini possono cascarci con un tipo simile !

    Report

    Rispondi

  • blu521

    10 Dicembre 2013 - 08:08

    Un altro cruccio per il nano pregiudicato

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog