Cerca

Lo scenario

Napolitano e il piano per tenere in vita Letta

Re Giorgio pensa di proporre un patto al segretario del Pd che lo "tenga buono" e garantisca respiro al governo

Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano e in generale l'asse governativo è il vero sconfitto delle primarie del Pd. Perché la strabiliante vittoria di Matteo Renzi, l'arrivo di un uomo di rottura alla segreteria del Pd, incrina il piano delle larghe intese voluto da Letta e dal presidente della Repubblica. Ma Re Giorgio ha già un piano. Un piano che si sta già srotolando ed è cominciato con la telefonata al nuovo segretario del Pd. Una telefonata di congratulazioni che è anche l'avvio di un dialogo. Napolitano sa che la tenuta del governo deve passare da Matteo Renzi e quindi per mettere al sicuro Letta è necessario un accordo. Secondo quanto scrive il Giornale il patto a cui il Presidente pensa è un accordo un un programma di governo. Un "pacchetto di cose" da fare entro il 2014, prima tra tutte la legfge elettorlae, Ma anche la riduzione del numero dei parlamentari e il superamento del bicameralismo perfetto. Insomma, una serie di riforme che piacciono a Renzi e che fanno parte del suo "dna" politico. 

Accordo Enrico e Matteo - Ieri Renzi e Letta si sono incontrato, un incontro da cui entrambi sono usciti sorridenti. "Lavoreremo insieme", hanno scritto in un comunicato congiunto. Ma si sa, Matteo lo ha sempre detto che "starà col fiato sul collo di Letta". I due sembrano aver trovato un equilibrio, ma a creare altro collante ci penserà anche Napolitano che lavorerà su questo fronte con Matteo Renzii. Tutto dipende da quello che accadrà nei prossimi mesi. Certo è che davanti all'immobilismo di Letta, Renzi potrebbe essere tentato dalle sirene di Berlusconi e di Grillo che spingono per una nuova legge elettorale e per il voto subito. Il sindaco di Firenze potrebbe prendere la scorciatoia, non aspettare la scadenza naturale di Letta, per arrivare a Palazzo Chigi. O almeno provarci. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicobra

    11 Dicembre 2013 - 23:11

    Giaguari, leopardi, falchi, colombe... anche con le balle ,,, magari! solo topolini e topastri da far ridere che appena il "flauto magico" del pifferaio suona eccoli tutti a correre alla groviera.... altro che risposte a chi grida ed urla a ragione .. . Angelino non sopporta rumori :sono fuori legge! e gli altri ? Il vecchio conosce i suoi polli e "detta " quel che vuole altro che piano segreto ! lo è solo per i fessi !

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    10 Dicembre 2013 - 14:02

    Pronto Renzi ... stai bonino ? Cuccia ? Qui comando io e la palla Europa. Se entro il 2014 riusciranno a diminuire il numero e gli stipendi dei parlamentari in modo drastico e da cittadini normali "mi mnagio il cappello".

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    10 Dicembre 2013 - 14:02

    Ma, quando chiuderà la bocca questo qui?

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    10 Dicembre 2013 - 11:11

    Re giorgio, JoCondor, Lider Max, Smacchiatore e comunisti vogliono una legge elettorale tipo prima repubblica, che garantisca loro di avere le mani in pasta sia se vincenti che perdenti alle elezioni. Renzi no. (almeno a parole) I primi vogliono mantenere i privilegi della casta e Renzi vuole ridurre i costi della politica di 1 MLD. Ma se su tutti i punti hanno propositi divergenti ? Chi vincera` ? la vecchia guardia eliminando e demolendo Renzi (molto probabile ed e` questo il vero piano del colle) o sara` Renzi a vincere, costringendo i vecchi comunisti a uscire dal PD e formare un gruppo di estrema sinistra ? Cosa dicono i sinistronzi ? se ne stanno muti ? Non svegliateli, altrimenti direebbero :e` colpa di berlusconi ! Non sanno dire altro !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog