Cerca

Il sondaggio Piepoli

Sondaggio Piepoli: Forza Italia cresce, cala Ncd, centrosinistra davanti

Angelino Alfano

Angelino Alfano

Mattteo Renzi si è preso la segreteria del Pd. La vittoria è stata schiacciante e i vecchi dinosauri della sinistra tremano. A rischio c'è la loro poltrona. Ora però Renzi punta su palazzo Chigi. I numeri però non sono dalla sua parte. L'effetto-Renzi sul Pd post primarie non pesa più di tanto. Secondo l'ultimo sondaggio Piepoli per Affaitaliani.it la vittoria del rottamatore nella corsa al Nazareno vale un misero punto percentuale. Rispetto al lunedì 2 dicembre il Pd ha guadagnato in sette giorni un punto percentuale passando dal 30,5% al 31,5% e lo ha fatto ai danni di Alfano e Grillo che hanno perso entrambi mezzo punto percentuale.

Forza Italia vola - Il centrosinistra rimane la coalizione di testa passando dal 35 % al 36%. Al suo interno rimane invariata la percentuale di Sel stabile al 4%. Il centrodestra perde lo 0,5% passando dal 33,5% al 33%. Nel dettaglio però a far calare la coalizione non è il partito del Cav, ma quello di Angelino. Forza Italia, infatti, rimane fissa al 18% e anche la Lega e Fratelli d'Italia non perdono consensi restando stabili al 4 e al 2,5%. E' invece il neonato Nuovo Centro Destra a calare: il partito di Alfano passa dal 6,5% al 6. Al centro Udc e Scelta Civica rimangono stabili al 2,5%. Crolla invece il M5S che passa dal 21,5 al 21 per cento. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    18 Dicembre 2013 - 19:07

    Come l'unanimità più uno.

    Report

    Rispondi

  • stefano colussi

    15 Dicembre 2013 - 01:01

    Non commento perchè c'è un signore o signora (che non conosco) che ha commentato per conto della Colussi&Colussi ltd, Boston, MA, u.s.a. dove sono a.d... Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, Italy

    Report

    Rispondi

  • Coste fredde

    12 Dicembre 2013 - 18:06

    Se Renzi non riuscirà in poche settimane a portare a casa qualche provvedimento eclatante, perderà ogni slancio, e sarà fagocitato dalle ormai piccole intese. Quanto ad Alfano, il gioco delle elezioni prossime sarà per fuoriclasse e tali sono solo Renzi, Berlusconi e Grillo. Il resto è contorno.

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    12 Dicembre 2013 - 17:05

    sono i primi momenti. poi peggiora e finisce presto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog