Cerca

I fedelissimi

Gianni Letta al premio Lauretum

Il consigliere fidato del Cav sembra essere in panchina: visto al premio Lauretum

Gianni Letta

Gianni Letta

Dov'è finito Gianni Letta? Il gran consigliere di Silvio Berlusconi, l'amico fedelissimo del Cav in prima linea nei momenti più drammatici della storia politica e personale di Berlusconi, pare abbia fatto un passo indietro. Ha cercato fino alla fine, visto i suoi buoni rapporti con il Colle, di mediare con Napolitano per la concessione della grazia a Silvio Berlusconi, ma alla fine si è arresto. Nei lunghi vertici che hanno prece. E anche nelle varie ricostruzioni delle serate ad Arcore che ci vengono consegnate dai retroscenisti politici, non emerge più il suo ruolo di primissimo piano. Un ruolo che magari svolge ancora ma certamente più all'ombra rispetto. Zio dell'ormai più famoso nipote Enrico, mercoledì Gianni era al Palazzo del Quirinale a consegnare il premio Lauretum alla carriera a Sergio Zavoli. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    14 Dicembre 2013 - 10:10

    letta ds. e letta sn. le due faccie della stessa medaglia. Fu berlusca volere al governo letta nipote sperando condono e amnistia per i reati commessi, ma il nipote letta non poteva perdere del tutto la faccia davanti alla nazione.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    13 Dicembre 2013 - 17:05

    Sì, ma una panchina d'oro. Classico esempio di famiglia feudale assolutamente bipartisan. I Letta, come la giri la giri, cadono sempre in piedi.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    13 Dicembre 2013 - 14:02

    Tutta la famiglia Letta per Berlusconi é stata una jattura.

    Report

    Rispondi

  • gionaelabalena

    13 Dicembre 2013 - 13:01

    Gianni Letta: una vera iattura per Silvio Berlusconi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog