Cerca

La beffa

Berlusconi, la Cancellieri pronta a lanciare il braccialetto elettronico

Berlusconi, la Cancellieri pronta a lanciare il braccialetto elettronico

E per il Cav il governo, dopo la decadenza, prepara l'ultima umiliazione. Il Guardasigilli, Annamaria Cancellieri è pronta a reintrodurre il braccialetto elettronico per i detenuti che scontano la pena ai domiciliari. Quello del braccialetto elettronico, come racconta Repubblica, è un fantasma che si aggira tra le Aule del palazzo da ben dieci anni. Ma il provvedimento che dà il via libera al briaccialetto per i detenuti non è mai stato varato. Ora la Cancellieri accelera e secondo alcune indiscrezioni, il testo è già pronto. La Guardasigilli era pronta per varare il provvedimento già ieiri in Consiglio dei ministri, ma ha dovuto tirare il freno a mano per lasciare spazio a decreti più urgenti.

Il testo è pronto - Così la Cancellieri ha chiuso il fascicolo con il suo testo e si prepara a riaprirlo a breve, proprio in tempo per vedere il Cav col braccialetto al polso. Il braccialetto finora era una misura facoltativa il cui uso veniva ordinato dal giudice. Con la nuova norma invece diventerebbe un "optional" obbligatorio per chi ha una pena da scontare. Ecco dunque che il Cav si prepara a subire l'ultima umiliazione. Va precisato che Berlusconi ha scelto di scontare la sua pena ai servizi sociali. Ma la sua è una richiesta che dovrà essere valutata da un magistrato che dovrà poi accettare o respingere l'istanza. Qualora dovesse arrivare un "no" da parte delle toghe ai servizi sociali ecco che scatterebbero di default i domiciliari. E con loro anche l'uso del braccialetto elettronico. La beffa giudiziaria per Silvio continua...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    14 Dicembre 2013 - 19:07

    Per altro, lui ne ha regalati tanti! Riceverne uno in dono non mi sembra fuori luogo.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    14 Dicembre 2013 - 19:07

    Nordio era un berlusconiano prima maniera e ha archiviato le accuse a D'Alema dopo aver detto ''lasciatemelo e trovo io...'' Lo hanno lasciato e lui ha lasciato in archivio le accuse (D'Alema gli disse ''eccomi''). Poi, ne hanno trovato diversi di comunisti disonesti ma mai quanti in FI/PDL e associati. Quando si vota, si vota il meno peggio, non il migliore.Ecco perché non ho potuto mai votare B.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    14 Dicembre 2013 - 19:07

    per evitare di dover ammettere di aver seguito un tipo simile. Nessun pentimento neppure nel vedere lo stato in cui siamo e che é in gran parte suo demerito

    Report

    Rispondi

  • lasmorfia

    14 Dicembre 2013 - 18:06

    E pensare che il Cavaliere era accusato di legiferare solo per soddisfare i propri interessi. Ora che i sinistroidi legiferano solo per danneggiarlo, anzi umiliarlo, nessuno lo fa notare. Cavaliere, guardi che per recarsi a Bruxelles basta la carta d'identità... e poi li mandi tutti a... e si goda la Vita!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog