Cerca

Sempre nel mirino

Firme false: indagata Silvia Garnero, nipote Santanché

Silvia Garnero, assessore alla moda della provincia di Milano è indagata per falso in atto pubblico dalla procura di Milano per i referendum sulla giustizia promossi dai radicali

Firme false: indagata Silvia Garnero, nipote Santanché

La baby Pitonessa nel mirino delle toghe. Silvia Garnero, assessore alla moda e agli eventi della provincia di Milano, nonché nipote della parlamentare di Forza Italia Daniela Santanché, risulta indagata per falso in atto pubblico dalla procura di Milano in un'inchiesta con al centro i referendum sulla giustizia promossi qualche mese fa dai radicali. Secondo l'indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo e dal pm Paolo Filippini e condotta dalla sezione di pg dei carabinieri, Silvia Garnero avrebbe certificato come regolari alcune decine di firme raccolte per la presentazione dei referendum, poi risultate false.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    16 Dicembre 2013 - 16:04

    Sempre che sia dimostrato il fatto, farebbe il paio con i voti a due mani del congresso democratico... sulla subornazione e gli abusi elettorali i rossi hanno un'esperienza da giubileo.

    Report

    Rispondi

  • direttoreemilio

    15 Dicembre 2013 - 22:10

    Pure ste cazzate fanno pagare i berlusconi, ma che vada a fare la olgettina come la zia.

    Report

    Rispondi

  • ceruzzo

    15 Dicembre 2013 - 19:07

    Propongo l'assessorato alla mozzarella per la provincia di Caserta

    Report

    Rispondi

  • milkoshka

    15 Dicembre 2013 - 18:06

    come si traduce in latino "quale zia tale nipote"? e' proprio vero che buon sangue non mente...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog